dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 giugno 2009

Omologazione europea per la Caterham Seven

Si allarga la disponibilità di modelli sui listini continentali

Omologazione europea per la Caterham Seven

Il piccolo costruttore inglese Caterham ha ottenuto la certificazione ECSSTA per le sue vetture. In questo modo, il brand britannico potrà usufruire di una maggiore semplificazione legislativa per l'omologazione delle sue auto sui singoli mercati nazionali, ed espandere in tal modo il proprio mercato in modo significativo, soprattutto nell'Europa dell'Est (nel 2008, oltre il 50% dell'intera produzione Caterham è stato venduto fuori dal mercato inglese, in Italia, Germania, Francia, Giappone e Stati Uniti d'America).

Precedentemente, Caterham aveva la necessità di procedere a una singola omologazione per ogni mercato nazionale, una procedura onerosa e limitante dal punto di vista del potenziale di espansione.

Grazie all'accesso alla certificazione ECSSTA, per la quale è stato realizzato un complesso programma presso il Centro Tecnico Ford di Dunton nell'Essex, si allarga il ventaglio di modelli Caterham (sviluppati con il supporto di Ford, fornitrice dei motori) disponibili a listino: in particolare, gli appassionati di questo genere di auto sportive potranno opzionare in tutta Europa, oltre Superlight R300, la prima a ottenere la certificazione Europea, la versione con motore Sigma 1.6 da 120 CV e quella equipaggiata con il 2.3 litri Duratec da 200 Cv.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità


Top