dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 15 giugno 2009

Freni e rinforzi laterali gonfiabili by Mercedes

Parola d'ordine: S-I-C-U-R-E-Z-Z-A

Freni e rinforzi laterali gonfiabili by Mercedes
Galleria fotografica - Freni e rinforzi laterali gonfiabili MercedesGalleria fotografica - Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes
  • Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes - anteprima 1
  • Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes - anteprima 2
  • Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes - anteprima 3
  • Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes - anteprima 4
  • Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes - anteprima 5
  • Freni e rinforzi laterali gonfiabili Mercedes - anteprima 6

Già qualche giorno fa vi avevamo annunciato la presentazione della Mercedes ESF 2009, autentico laboratorio viaggiante creato per mostrare tutte le possibili soluzioni tecnologiche attuali e future per la sicurezza in auto. Fra le numerose soluzioni adottate dalla ESF, due in particolare spiccano per la loro originalità e per le prospettive che aprono nel futuro della sicurezza, pur rimanendo al momento puri esercizi di tecnica applicata lontani dalla produzione di serie.

BRAKING BAG
Il primo di questi sistemi è il Braking Bag e come suggerisce il nome si tratta di un cuscino gonfiabile che funge da freno di emergenza e che va a rallentare la velocità di impatto del veicolo pochi centesimi di secondo prima dell'impatto. Si tratta quindi di una sorta di "paracadute per auto" che non fa presa nell'aria, ma sulla superficie stradale, un po' come si faceva da piccoli frenando la bici o il triciclo con i piedi! Il cuscino gonfiabile è alloggiato fra le ruote anteriori sotto il pannello di copertura dell'avantreno e si basa sugli stessi sensori del sistema PRE-SAFE che attivano gli airbag interni e i freni a disco. La superficie inferiore del Braking Bag è ricoperta di un resistente materiale d'attrito che offre grande attrito con l'asfalto. Il contatto con la strada è velocissimo, ma permette da incrementare la decelerazione di 20 m/sec, oltre le possibilità dei freni tradizionali. Il gonfiaggio improvviso del cuscino-freno porta ad un innalzamento verticale del frontale fino a 8 centimetri, capace di compensare la naturale tendenza all'affondamento del muso della vettura in frenata; questo fattore gioca un duplice ruolo utile nell'ambito della sicurezza, in quanto l'altezza del paraurti anteriore rimane praticamente all'altezza normale (compatibile con gli standard di impatto su altre vetture) e il repentino scatto in alto del frontale offre ai sedili una sorta di "effetto pretensionatore" di 3 centimetri. Oltre a questo il Braking Bag offre una ulteriore zona di assorbimento urti nella parte anteriore.I test iniziali svolti fino ad ora sulla Classe C hanno dimostrato che anche in scontri a velocità ai 50 km/h la decelerazione aggiuntiva offerta dal cuscino di frenata anteriore è paragonabile a quella che si otterrebbe allungando di ben 18 centimetri il frontale della macchina. Al momento i tecnici Merceds-Benz dichiarano che occorrerà ancora "qualche tempo" prima che il "Braking Bag" entri a far parte del sistema PRE-SAFE.

PRE-SAFE STRUCTURE
La seconda soluzione viene semplicemente definita PRE-SAFE Structure, ma la definizione di "struttura metallica gonfiabile" è certamente più chiara e interessante. Si tratta infatti di una struttura metallica ripiegata ospitata negli sportelli e in grado di gonfiarsi in maniera prestabilita nell'arco di una frazione di secondo quando viene rilevato il rischio di un impatto laterale. Una volta che i sensori hanno rilevato l'urto sul fianco, in pochi millisecondi un generatore di gas sprigiona una pressione di 10/20 bar e gonfia la struttura metallica in modo da offrire una sorta di ulteriore cuscino metallico a protezione degli occupanti.

FUTURO POSSIBILE
Con un peso aggiuntivo di meno di 500 grammi per ogni portiera sarebbe quindi possibile installare delle barre di protezione laterali di minimo ingombro e grande efficacia, una volta superati gli elevati costi di produzione dei piccoli generatori di gas e risolto il problema della deformazione irreversibile della struttura, necessariamente legata ad un sistema di rilevazione ultra affidabile. Anche per la produzione in serie di questo dispositivo si parla di un futuro non esattamente prossimo, ma non si diceva la stessa cosa anche di ABS e ESP?

Autore:

Tag: Prototipi e Concept


Top