dalla Home

Mercato

pubblicato il 10 giugno 2009

Fiat-Chrysler: la fusione ci sarà oggi

Via libera dagli USA. Alle 15:00 nascerà il nuovo gruppo guidato da Fiat

Fiat-Chrysler: la fusione ci sarà oggi

Il blocco della cessione di Chrysler a Fiat è durato soltanto 24 ore. La Corte Suprema americana ha concesso il via libera alla trattativa rifiutando la richiesta di appello contro l'operazione avanzata da tre fondi pensione dell'Indiana e da associazioni di consumatori. Adesso è solo questione di ore per la nascita di un nuovo gruppo dell'auto sotto il controllo della Fiat, che dovrebbe avvenire attorno alle 09:00 di oggi ora di New York (le 15:00 in Italia).

Le parti possono quindi tirare un respiro di sollievo. Il pericolo per la decisione del giudice Ruth Bader Ginsburg era infatti piuttosto elevato. Chrysler, in presenza di una protratta battaglia legale, avrebbe potuto essere costretta a una liquidazione e la Fiat, anche se si era subito detta pronta a mantenere il proprio impegno, avrebbe potuto ritirarsi qualora la fusione non fosse stata chiusa entro il 15 giugno. Una sconfitta che avrebbe potuto essere ancora più amara perché tutto era ormai pronto. Sergio Marchionne, da giorni negli USA per ultimare le trattative, stava per essere introdotto come nuovo amministratore delegato e, come ha riportato il Wall Street Journal, nel quartier generale di Chrysler erano già in corso i preparativi per la messa in mostra di un veicolo Fiat.

Tutti passaggi che adesso hanno la strada spianata perché la Corte Suprema, in due pagine di motivazioni, ha spiegato come i fondi pensione dell'Indiana non siano riusciti a dimostrare la necessità di un intervento della massima autorità giudiziaria del paese. "Siamo soddisfatti che nessuna corte, compresa la Corte Suprema, abbia trovato alcun problema nella gestione della vicenda da parte di Chrysler o del governo", ha comunicato la Casa Bianca, mentre grande delusione è stata espressa dai fondi che rappresentano insegnanti e agenti di polizia. "Le future ramificazioni di queste decisioni devono ancora manifestarsi" è stato il loro commento immediato.

Autore:

Tag: Mercato


Top