dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 6 giugno 2009

Seat inaugura la linea Martorell - Zona Franca

40 Km di ferrovia per collegare i due stabilimenti della Casa Spagnola

Seat inaugura la linea Martorell - Zona Franca
Galleria fotografica - La nuova linea ferroviaria di SeatGalleria fotografica - La nuova linea ferroviaria di Seat
  • La nuova linea ferroviaria di Seat - anteprima 1
  • La nuova linea ferroviaria di Seat - anteprima 2
  • La nuova linea ferroviaria di Seat - anteprima 3
  • La nuova linea ferroviaria di Seat - anteprima 4
  • La nuova linea ferroviaria di Seat - anteprima 5
  • La nuova linea ferroviaria di Seat - anteprima 6

La Seat ha inaugurato il nuovo servizio ferroviario, lungo circa 40 Km, per il trasporto di componenti tra le strutture della Casa iberica di Martorell situata a nord ovest di Barcellona e Zona Franca sita nella zona del porto della stessa città. Questo nuovo servizio abbasserà di circa 32.000 unità l'anno il traffico di mezzi pesanti sulle strade catalane, abbatterà le emissioni inquinanti di CO2 e il costo dei trasporti.

La nuova tratta sarà gestita da una società chiamata Cargometro, posseduta al 51% dalla FGC (Ferrocarriles de la Generalitat de Catalunya), al 25% da Renfe e al 24% da parte della ferrovia privata CRT (Comsa trasporti ferroviari). In realtà questa linea ferroviaria non nasce ex-novo, ma è un ampliamento del trasporto ferroviario che collega Martorell con la zona portuale, lanciato all'inizio dello scorso anno dal Dipartimento di Politica Territoriale e Lavori Pubblici della Generalitat della Catalogna, dalla FGC e da SEAT.

Quest'anno i trasporti tra Martorell e la Zona Franca saranno operativi al 50%, in attesa del completamento dei due stabilimenti che avverrà nel 2010. Quando i trasporti saranno a pieno regime sulla linea passeranno 1344 treni 244 giorni l'anno per un totale di 1.000.000 m3 di merce.

Il finanziamento e l'attuazione dell'opera sarà a carico della FGC, mentre i costi di trasporto saranno a carico di Seat. Il costo totale dovrebbe aggirarsi sugli 8,6 milioni di euro, dei quali 4,8 milioni saranno destinati alle infrastrutture e i restanti 3,8 milioni verranno utilizzati per il materiale rotabile destinato al trasporto della merce.

Autore: Francesco Donnici

Tag: Curiosità , Seat , mobilità sostenibile


Top