dalla Home

Tecnica

pubblicato il 4 giugno 2009

Crash Test Honda Jazz

5 Stelle, 96 punti Euro NCAP e buona protezione per i pedoni

Crash Test Honda Jazz
Galleria fotografica - Crash Test Honda JazzGalleria fotografica - Crash Test Honda Jazz
  • Crash Test Honda Jazz - anteprima 1
  • Crash Test Honda Jazz - anteprima 2
  • Crash Test Honda Jazz - anteprima 3
  • Crash Test Honda Jazz - anteprima 4
  • Crash Test Honda Jazz - anteprima 5

La piccola monovolume giapponese ha dimensioni e dotazioni che la pongono un gradino sopra le utilitarie e come tale dovrebbe anche offrire un livello di protezione più elevato della media. In realtà gli ultimi test svolti dall'Euro NCAP mostrano per la Honda Jazz un comportamento sopra la media in tema di sicurezza, ma non proprio eccellente.

Se è vero che le 5 stelle sono un risultato sempre encomiabile, è anche vero che i 96 punti totali ottenuti sarebbero stati decisamente meno se nel conteggio non avessero influito i buoni risultati nello scontro con pedoni e negli ausili alla sicurezza. Questo significa che i valori di pericolosità riscontrati nelle cruciali prove di crash contro le barriere per adulti e bambini non sono particolarmente brillanti.

Le prove di impatto su occupanti adulti hanno infatti dato come percentuale di sicurezza un solo discreto 78% (vedi l'88% della Hyundai i20), per via delle strutture della plancia e della pedaliera che possono arrecare danni ai passeggeri anteriori. Nonostante una sostanziale integrità della cellula abitativa, la Jazz lascia spazio a possibili ferite al busto e al collo negli impatti laterali e da dietro. Le prove con manichini dalle misure infantili hanno invece dato una percentuale del 79%, non lontana dalle migliori. Ciò significa che, mediamente, il livello di protezione per i bambini è più basso rispetto a quello degli adulti in ogni vettura provata con i nuovi capitolati 2009.

Se c'è un risultato di cui la Honda può andare fiera sulla propria Jazz, questo è l'indice di sicurezza per i pedoni investiti, pari al 60%. Si tratta di un valore che la pone fra i migliori modelli in assoluto e che contribuisce a ridurre i danni fisici alle gambe e alla testa dei malcapitati pedoni. Miglioramenti vanno invece fatti a livello di sicurezza per i bambini investiti, non ancora adeguatamente protetti. L'assenza di un limitatore di velocità, la presenza dell'ESP di serie (a partire da gennaio 2010) e del cicalino per le cinture non allacciate su tutti i posti valgono alla Jazz un buon 71%.

Autore:

Tag: Tecnica , Honda , crash test


Top