dalla Home

Mercato

pubblicato il 3 giugno 2009

Mercato USA: a maggio -33,7%

Le vendite negli States segnano ancora un calo che sembra però stabilizzato

Mercato USA: a maggio -33,7%

Maggio ancora amaro per le vendite sul mercato USA che segna un calo del 33,7%, dato tuttavia leggermente più favorevole del -36,5% tendenziale per i primi cinque mesi del 2008 e un segno che oramai la discesa si è stabilizzata. Non fanno oramai più notizia il crollo di Chrysler a -46,9% mentre General Motors a -29% e Ford a -24,1% limitano i danni aumentando addirittura la loro penetrazione.

A piangere di più stavolta invece sono le giapponesi a partire da Suzuki che segna in maggio un tonfo clamoroso (-75,1%), seguita da Mitsubishi (-58,3%), Mazda (-40,1%) e Nissan (-33,1%). A fare più sensazione sono però i risultati di Honda (-41,8%) e Toyota (-40,7%). Quest'ultima inoltre vede anche il suo gioiellino Lexus perdere con 16.922 unità la leadership tra i marchi di lusso, detenuta ininterrottamente dal 2000, a beneficio di BMW (18.383) e con la Mercedes (15.138) che la avvicina pericolosamente.

Anche le case tedesche perdono, ma meno delle altre: la bavarese segna -27,6%, la Stella -33,4% mentre con un -12,6% il Gruppo Volkswagen continua a guadagnare quota di mercato anche con il marchio Audi che, con 7.503 unità, riesce a battere sia Infiniti (6.496), sia Acura (9.469), ma non ancora Lincoln che, con 8.566 unità segna un miracoloso +2,4% e supera Cadillac (8.027, -39,9%). Allo stesso modo, le anglo-indiane Jaguar (-33,5%) e Land Rover (-26%) devono pagare ammenda, ma in misura inferiore al resto del mercato dunque mantenendo e migliorando le proprie posizioni.

Anche le coreane Hyundai (-16,1%) e Kia (-20,4%) perdono, ma meno degli altri e anzi quest'ultima guadagna il 14,6% per i light truck, grazie soprattutto all'introduzione della nuova Soul. In un contesto simile va salutato come un risultato eccezionale il -5% di Subaru. Non si salvano dalla tempesta i marchi dell'ultralusso e sportivi. Lamborghini perde il 68,2%, Maserati il 55,2%, Ferrari il 40,6%, Bentley il 36,7%, Porsche il 29,2% e solo Rolls-Royce guadagna il 23,8%, ma si tratta di un dato assai relativo visto che passa da 21 a 26 immatricolazioni in maggio.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top