dalla Home

Mercato

pubblicato il 3 giugno 2009

Hummer diventa cinese

GM svela il nome del potenziale compratore: Sichuan Tengzhong Heavy Industrial Machinery Co.

Hummer diventa cinese

È la Sichuan Tengzhong Heavy Industrial Machinery Co. il compratore di Hummer. Lo ha confermato nella serata di ieri la General Motors dopo che nella mattina di ieri aveva diffuso la notizia di aver firmato una lettera di intenti per la cessione del proprio marchio premium di fuoristrada. Contrariamente alle previsioni, si tratta di un'azienda cinese, specializzata nella costruzione di macchinari industriali e di veicoli per uso speciale come la realizzazione di strade, ponti e di infrastrutture per l'energia come dighe e centrali elettriche.

L'intesa tra GM e Tengzhong ha anche un valore strategico che va oltre Hummer e prevede da parte dei cinesi un contratto di lungo periodo per l'assemblaggio e la fornitura di componenti, dunque asset fondamentali per proseguire la penetrazione sul fondamentale scacchiere cinese. Non appena l'accordo sarà ratificato (la lettera di intenti prevede la firma entro la fine di settembre), la Tengzhong ha pronta una propria squadra di manager e un'altra di tecnici per affiancare quelle esistenti ed entrare nei meccanismi gestionali e produttivi di Hummer, in un business del tutto nuovo per l'azienda cinese.

L'amministratore delegato della Tengzhong, Yang Yi, ha tuttavia parlato di continuità. La sede e la conduzione di Hummer (compreso il CEO attuale, James Taylor, in carica dall'ottobre del 2008) rimarranno infatti americane con l'obiettivo principale di servire il mercato interno, acquisendo prima di tutto i contratti in essere che legano il marchio alla rete dei concessionari e rinnovando la gamma con prodotti più efficienti e compatti, maggiormente in linea con le tendenze di mercato. Accanto a questo, c'è tutta l'intenzione di rilanciare il marchio in tutto il mondo e di sfruttare tutte le potenzialità finora poco sfruttate di molti mercati asiatici emergenti potenziando le reti commerciali e, probabilmente, anche quelle produttive.

Nella trattativa, il consulente finanziario della Tengzhong è la Credit Suisse, mentre quello legale è lo studio internazionale Shearman & Stearling che tra i suoi assistiti ha anche la Daimler Benz AG. La GM invece si appoggia alla Citi. Non ancora svelate le cifre di denaro che porteranno l'Hummer in mano cinese.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Hummer


Top