dalla Home

Curiosità

pubblicato il 29 maggio 2009

Paese che vai... Taxi che trovi

I viaggiatori europei hanno classificato il servizio delle varie città nel mondo

Paese che vai... Taxi che trovi

La prima esperienza automobilistica di chi arriva in una nuova città molto spesso si chiama "taxi". Sette viaggiatori su dieci infatti lo scelgono come mezzo di trasporto per recarsi dall'aeroporto alla propria sistemazione. Tuttavia, anche se il suo nome si pronuncia più o meno allo stesso modo in ogni paese, si può dire che un taxi a Londra non è uguale ad un taxi a Parigi o a Bangkok. Le differenze, in termini di qualità del servizio, pulizia, cordialità del conducente e abilità alla guida, sono state messe in luce da un sondaggio che la Hotels.com ha condotto su un campione di 1.400 persone. Il risultato - interessante e per certi versi utile - dato che ci si avvicina alle vacanze estitve - è sorprendente: la migliore città in assoluto per prendere un taxi è Londra.

La capitale britannica sarà infatti anche la più costosa, come ha detto il 21% dei votanti, ma è anche quella che offre il servizio migliore, parola del 33% dei turisti. Una bella porzione di voti, considerando che al secondo posto della Top Ten si è piazzata New York con "appena" il 17%, seguita da Berlino (6%), Madrid (5%) e Copenhagen (4%). New entry di quest'anno è la vivacissima Bangkok, che con il 3% dei voti si è classificata a parimerito con metropoli del calibro di Stoccolma e Las Vegas.

Il viaggiatore è abbastanza soddisfatto anche del servizio offerto a Dublino (2%) o a Parigi (2%), ma sulla capitale francese in molti hanno avuto da ridire, in particolare sui modi del tassista. Chi guida un taxi nella "città dell'amore" di amorevole ha poco o niente - almeno nei riguardi dei clienti - visto che il 16% dei votanti è insoddisfatto. A differenza dei "londinesi", che sono stati promossi a pieni voti anche nel "savoir-faire", i francesi hanno molto da imparare in quanto a sorrisi e cordialità e anche in materia di organizzazione sono stati rimandati a settembre. Il 10% ha infatti eletto a peggior città dove è possibile trovare un taxi proprio Parigi. "C'est la vie"...

Su una cosa però i nostri "cugini" d'Oltralpe posso stare tranquilli: non sono loro i peggiori guidatori del mondo. I più negati al volante sono i newyorkesi, che però conoscono talmente bene la Grande Mela che l'11% dei viaggiatori li ha eletti al secondo posto come i tassisti più esperti della propria città, seguiti dai "Dubliners" (5%). Chi c'è al primo posto? Gli inglesi - obviously - che sono anche i più sicuri (25%) e i più puliti (20%). Peccano invece di "sporcizia" gli ateniesi (11%), che sono ancora peggio dei taxi di Marrakech (9%) o Bangkok (8%).

E i taxi in Italia? L'unica città che compare nella classifica è Roma, ma la reputazione del servizio pubblico capitolino non è delle migliori. La Città Eterna è stata infatti nominata come quella in cui si guida peggio, a parimerito (9%) con New York, e come quella in cui i taxi sono meno sicuri (8%), come New York e Marrakech.

Autore:

Tag: Curiosità , dall'estero


Top