dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 maggio 2009

Chrysler accelera sullo sviluppo dei veicoli elettrici

Un piano da 448 milioni di dollari al Dipartimento dell’Energia

Chrysler accelera sullo sviluppo dei veicoli elettrici

Velocizzare lo sviluppo, l'utilizzo e la produzione degli EV e dei PHEV. E' con questo obiettivo che la Chrysler LLC ha presentato al Dipartimento dell'Energia USA (DOE) tre progetti contenenti un piano da 448 milioni di dollari, che se verranno accettati accorceranno i tempi di introduzione sul mercato di veicoli elettrici (EV) ed ibrido elettrici Plug-in (PHEV). In particolare la società ha chiesto di partecipare a due programmi promossi dal DOE: l'Electric Drive Vehicle Battery and Component Manufacturing Initiative ed il Transportation Electrification Initiative.

Entrambi offrono la possibilità di suddividere i costi in maniera molto conveniente per chi vi accede perché si parla di 50/50, cioé di un contributo di 224 milioni di dollari da parte di Chrysler LLC e dei suoi partner, a cui si aggiungono 224 milioni di dollari messi a disposizione da DOE. "Questa iniziativa rappresenta un esempio di come il governo e l'industria automobilistica stanno lavorando per raggiungere obiettivi comuni e dimostra con quale velocità questo tipo di tecnologia avanzata possa essere introdotta sul mercato se si opera in un clima di collaborazione", ha detto John Bozzella, Senior Vice President di Chrysler LLC , per cui "senza il contributo all'innovazione ed alla produzione da parte degli Stati Uniti, finiremmo semplicemente per sostituire batterie al petrolio nella ricerca di nuove fonti di energia per il trasporto". Se il programma sarà approvato, Chrysler LLC prevede di utilizzare i fondi per costruire una flotta dimostrativa di PHEV e EV e creare un nuovo centro per lo sviluppo dell'elettrificazione e per la produzione di veicoli elettrici nel Michigan.

Nello specifico l'investimento di 365 milioni di dollari da parte di Chrysler LLC nel programma Transportation Electrification Initiative prevede la creazione di una flotta dimostrativa di oltre 365 veicoli da mettere a disposizione per i test drive di clienti e partner selezionati. Cento esemplari del minivan Chrysler Town & Country PHEV S e altrettanti del pickup truck Dodge Ram PHEV saranno messi a disposizione per uso dimostrativo in diverse aree geografiche e climatiche degli Stati Uniti. Per questo l'azienda ha stabilito una dozzina di accordi con le città ed i governi locali, gli enti per la ricerca e lo sviluppo, le aziende di servizio e le università. Gli altri 165 veicoli elettrici saranno invece utilizzati per il servizio postale in quattro diverse regioni del paese grazie alla partnership tra la divisione ENVI di Chrysler LLC ed il Dipartimento delle Poste USA (USPS). Programmata anche l'infrastruttura per la ricarica, attraverso svariati accordi stupulati con aziende fornitrici di energia e società di servizio.

All'interno dell'Electric Drive Vehicle Battery and Component Manufacturing Initiative, Chrysler LLC ha pianificato invece di impiegare 83 milioni di dollari per sviluppare una nuova tecnologia per veicoli elettrici e costruire un impianto di produzione in Michigan. Questo nuovo impianto, che sarà operativo entro il 2010 e produrrà più di 20.000 unità l'anno, ospiterà le attività di sviluppo, di collaudo e produzione di componenti per i veicoli elettrici oltre all'assemblaggio degli EV e dei Range-extended Electric Vehicles (ReEVs).

Autore:

Tag: Mercato , Chrysler , auto elettrica


Top