dalla Home

Attualità

pubblicato il 15 maggio 2009

Fiat: domani si manifesta Torino

Le tute blu d'Italia protestano contro i rischi occupazionali, Marchionne apre al dialogo

Fiat: domani si manifesta Torino

"Concordo sull'opportunità di un incontro con il Governo italiano e il Sindacato, che si potrà tenere appena sarà possibile ipotizzare una concreta definizione delle trattative in corso con Opel". L'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, risponde così in una lettera al Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, preoccupato per il futuro delle fabbriche italiane. La missiva inviata oggi arriva dopo una settimana dall'intervento di Palazzo Chigi e un giorno prima della più grande manifestazione che la Fiat abbia mai dovuto affrontare in questi ultimi anni.

Per domani si sono dati appuntamento a Torino gli operai di tutti gli stabilimenti italiani del Lingotto. Alla dimostrazione nazionale, indetta da Fim, Fiom, Uilm e Fismic, parteciperanno anche il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, l'assessore all'Industria della Regione Piemonte, Andrea Bairati, il presidente della Provincia, Antonio Saitta, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino e del Consiglio regionale campano, Sandra Lonardo, e il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Accanto ai lavoratori Fiat ci saranno anche quelli di Iveco, Cnh, Comau e delle fabbriche dell'indotto. Tutti rigorosamente con la tura blu dietro ad uno striscione che recita: "Da Nord a Sud la Fiat cresce solo con noi".

La preoccupazione per il futuro delle migliaia di posti di lavoro è tanta. Si trema soprattutto in quegli stabilimenti che sono stati additati come i possibili "capri espiatori". Da Pomigliano D'Arco, ad esempio, arriverà un treno speciale, mentre 50 pullman trasporteranno nella capitale dell'auto italiana i dipendenti delle altre fabbriche. Il corteo, che si preannuncia imponente, partirà alle 9.30 da un luogo simbolo, la porta 5 delle Carrozzerie di Mirafiori, e raggiungerà la palazzina del Lingotto, sede del Gruppo, dove si terranno i comizi dei quattro segretari generali nazionali dei sindacati metalmeccanici.

Autore:

Tag: Attualità


Top