dalla Home

Motorsport

pubblicato il 12 maggio 2009

La Ferrari fuori dalla F1 nel 2010

La presa di posizione shock del Consiglio di Amministrazione

La Ferrari fuori dalla F1 nel 2010

La Ferrari potrebbe non iscriversi alla prossima stagione di F1. E' questa la clamorosa minaccia dell'unica Casa automobilistica che ha partecipato ininterrottamente al campionato del mondo di F1 dall'anno della sua costituzione, nel 1950. Una presa di posizione senza precedenti, emersa al termine del Consiglio di Amministrazione di oggi che ha ha definito "immotivanti" le recenti decisioni prese dalla Federazione Internazionale dell'Automobile nel Consiglio straordinario dello scorso 29 aprile.

Alla base del disappunto del management Ferrari c'è la scelta della FIA di ridurre il tetto alle spese a 45 milioni di euro e di dar vita ad un doppio regolamento che prevede agevolazioni per le squadre rispettose dei limiti di spesa imposti e limitazioni per i team più "spendaccioni". E ancora "Il Consiglio ha anche espresso disappunto per il metodo seguito dalla FIA nell'adottare decisioni così gravi rifiutando un'effettiva concertazione con i costruttori ed i team; ciò è avvenuto in spregio alle regole di governance che hanno contribuito allo sviluppo della Formula 1 negli ultimi 25 anni...".

La Casa di Maranello chiede "Norme uguali per tutti, stabilità di regolamenti, continuità del metodico e progressivo lavoro di diminuzione dei costi ". Solo in questo caso gli uomini del Cavallino sono disponibili a ritornare sui loro passi. Viceversa, nel 2010 non vedremo più due monoposto rosse sulla griglia di partenza di un Gran Premio di F1.

L'ultimo paragrafo del comunicato stampa si rivolge direttamente agli appassionati: "La Ferrari confida che i tanti tifosi nel mondo comprenderanno come questa dolorosa scelta sia coerente con il comportamento che la Scuderia ha sempre tenuto nel difendere i valori sportivi e tecnici dell'automobilismo e della Formula 1 in particolare".

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , Ferrari


Top