dalla Home

Motorsport

pubblicato il 10 maggio 2009

GP di Spagna: poker di Button

Con Barrichello secondo la Brawn GP sigla un'altra doppietta

GP di Spagna: poker di Button

Continua incontrastato il dominio delle Brawn GP che sul circuito di Montmelò sono transitate sotto la bandiera a scacchi nelle prime due posizioni. Le monoposto inglesi hanno fatto corsa a sè, con Barrichello che ha guidato la gara nella prima parte e Button che lo ha sopravanzato nelle soste ai box per via di una strategia differente. Alla fine il brasiliano non ha potuto far altro che assistere al trionfo del compagno di squadra che consolida il primato nella classifica generale grazie alla quarta vittoria in 5 gare.

Dietro i due piloti di Ross Brawn è giunto un consistente Webber che, correndo una gara con grande senso tattico, ha portato a casa un importante terzo posto anticipando sul traguardo l'altro driver della Red Bull: il talentuoso Vettel. Al quinto posto è arrivato il pilota di casa, Fernando Alonso, davanti all'unica Ferrari che ha concluso la gara, quella di Felipe Massa. Punti mondiali anche per Heidfeld e Rosberg, giunti rispettivamente, in settima e ottava posizione.

Quella spagnola non è stata una gara spettacolare come le precedenti, i duelli hanno visto impegnati soprattutto gli uomini dei box, che con le loro strategie hanno deciso la classifica finale, piuttosto che i piloti in pista. L'unico brivido si è avuto in partenza con Trulli che si è messo di traverso per evitare Rosberg, causando indirettamente il tamponamento tra le due Toro Rosso, e subendo nel contempo lo scontro con Sutil.

Un capitolo a parte merita il GP della Ferrari che ha fatto dei netti miglioramenti, ma continua ad avere problemi d'affidabilità e di sorte che non le consentono di ottenere punti importanti. Massa ha fatto un gran gara ed era in procinto di terminare in quarta posizione, ma ha dovuto rallentare vistosamente negli ultimi giri lasciando passare prima Vettel, che aveva tenuto a bada per tutta la gara, e poi Alonso per evitare di rimanere senza benzina. Infatti, a causa di un reflusso nell'ultimo rifornimento, il brasiliano non ha imboccato un quantitativo di carburante sufficiente per terminare la gara con un ritmo veloce. Differente la situazione di Raikkonen che ha dovuto abbandonare la corsa al 18esimo giro con la F60 improvvisamente ammutolita. La squadra di Maranello ha lavorato bene: la monoposto rinnovata viaggia con autorevolezza a ridosso dei primi e ha consentito a Massa di non perdere il contatto visivo con Button, ma la strada che porta al sorpasso delle Brawn GP è ancora in salita.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , formula 1 , piloti


Top