dalla Home

Mercato

pubblicato il 30 aprile 2009

Fiat-Chrysler: è alleanza

Obama ha annunciato l'intesa che "salverà l'auto americana e l'economia USA"

Fiat-Chrysler: è alleanza

"Sono lieto di annunciare che la Fiat e la Chrysler hanno firmato l'Alleanza". E' con queste parole che il presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, ha annunciato pubblicamente la storica intesa che secondo la Casa Bianca non solo "avrà successo", ma "salverà milioni di posti di lavoro". Nel suo discorso trasmesso in diretta televisiva anche in Italia, il presidente ha riassunto in pochi minuti tutto quello che è successo nell'ultimo mese e si è lasciato andare a considerazioni personali e rassicurazioni dirette al popolo americano che se sta pensando di acquistare un'automobile può tranquillamente sceglierne una americana perché i suoi soldi "saranno al sicuro".

Barack Obama non ha svelato i dettagli dell'accordo, ma ha detto che il Lingotto ha già accettato di investire i fondi che riceverà per sviluppare ulteriormente le tecnologie a basso impatto ambientale che fornirà anche a Chrysler. La partnership, che sarà sostenuta direttamente dal governo americano, permetterà alla Casa americana non soltanto di "sopravvivere", ma anche di "prosperare". Il suo ricorso alla bancarotta pilotata è infatti per Obama "un passo in avanti verso la ristrutturazione" e "non un segnale di debolezza".

"Raggiungere l'accordo è stato faticoso - ha detto il presidente - e anche se i sacrifici sono stati tanti - ha aggiunto con un chiaro riferimento alla concessione dei sindacati di abbassare il costo del lavoro - i vantaggi a favore dei lavoratori comunque non tarderanno ad arrivare". Ed anche gli automobilisti avranno da guadagnare dall'intesa. Obama ha rivolto loro un appello: "Spero che chi sta pensando di acquistare un'auto ne scelga una americana". "I vostri soldi saranno al sicuro - ha spiegato - perché il processo di acquisto sarà garantito dalla Casa Bianca", come sancito nelle scorse settimane con un piano speciale a favore di GM e Chrysler. Non ci saranno conseguenze negative per chi acquisterà una Chrysler anche per quanto riguarda la rete di assistenza, perché il governo ne garantirà l'efficienza. Inoltre, la Casa Bianca rifinanzierà "il capitale addizionale di GMAC LLC per rilanciare l'industria dell'auto e con essa l'intera economia del paese".

Obama ha consluso ringraziando chi ha reso possibile l'Alleanza e si è lasciato andare ad una dichiarazione all'insegna del patriottismo: "Tutti insieme supereremo questa crisi e renderemo il XXIesimo secolo un altro secolo americano e l'industria dell'auto americana sarà di nuovo la migliore del mondo".

Autore:

Tag: Mercato , Chrysler


Top