dalla Home

Mercato

pubblicato il 30 aprile 2009

Chrysler LLC: chiesto il fallimento

La Casa americana ricorerrà al Chapter 11. Nardelli se ne va

Chrysler LLC: chiesto il fallimento

Chrysler ha deciso: si proteggerà dai creditori ricorrendo alla legge fallimentare americana, ovvero all'ormai noto anche in Italia "Chapter 11". A confermarlo è stata l'agenzia di stampa americana Bloomberg che ha citato come fonte "un funzionario dell'amministrazione Obama". Il presidente degli Stati Uniti avrebbe già commentato questa operazione di bancarotta pilotata come "molto importante" per l'azienda che potrà ristrutturarsi e riemergere più forte anche senza un accordo con i creditori.

E proprio la mancata adesione da parte di alcuni piccoli creditori di Chrysler all'ipotesi di accordo finale avrebbe fatto scattare il ricorso alla procedura fallimentare a cui seguirà un regime di amministrazione controllata che, secondo quanto riportato dal Detroit Free Press, potrebbe durare anche 30 o 45 giorni. Uno scenario che era stato più volte ipotizzato nei giorni scorsi e che non mette a rischio l'Alleanza con Fiat, che anzi ne sarebbe avvantaggiata. Lo stesso Sergio Marchionne si era detto pronto a scommettere sul fallimento a cui seguirà, come vogliono le prime indiscrezioni stampa, l'allontanamento dal Gruppo di Robert Nardelli - sostituito dal management Fiat - il numero uno di Chrysler che insieme all'amministratore delegato del Gruppo Fiat è stato tra i protagonisti delle trattative.

Autore:

Tag: Mercato , Chrysler


Top