dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 aprile 2009

Opel contesa da Magna International e Fiat

Pronti i piani d'investimento. Il Lingotto vuole assemblare la Punto in Germania

Opel contesa da Magna International e Fiat

Opel, la controllata europea di General Motors, ha due potenziali compratori: il gruppo austro-canadese Magna International e l'italiana Fiat. A rendere ufficiale la notizia è stata la dichiarazione odierna del Ministro dell'Economia, Karl-Theodor zu Guettenberg (Csu), che è intervenuto durante una conferenza a Berlino dopo aver incontrato i vertici della Magna. Entrambe le società hanno presentato una "prima bozza di piano" per un possibile ingresso nel capitale della Opel che Guettenberg ha giudicato "molto interessanti" e altrettanto "diverse" l'una dall'altra.

"Da parte della Fiat c'è l'interesse a capire cosa succede nell'industria automobilistica", ha detto il presidente di Exor e vice presidente di Fiat, John Elkann, che ha confermato che "se ci fossero opportunità alle quali Fiat può partecipare, ci sarebbe un interesse". Il Lingotto, come riportato dall'ANSA, sarebbe già pronto ad assemblare la Punto in un impianto Opel, che per l'esattezza sarebbe quello di Eisenach, nel Land della Turingia.

Tuttavia, è ancora troppo presto per parlare dell'eventuale partecipazione in dettaglio. Il Gruppo Fiat è molto impegnato sul fronte americano nella definizione della probabile alleanza con Chrysler e la Magna deve rafforzare la propria offerta con fatti e cifre. E' ad ogni modo molto rilevante che oggi Guettenberg abbia sottolineato l'importanza che Opel non diventi oggetto di campagna elettorale. Numerose autorità politiche tedesche, infatti, hanno apertamente dichiarato di preferire la Magna canadese all'italiana Fiat. Il vice cancelliere e ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier (Spd), ha detto ieri: "La Magna è un'opzione più seria della Fiat" per la Opel.

Autore:

Tag: Mercato , Opel , produzione


Top