dalla Home

Motorsport

pubblicato il 26 aprile 2009

GP Bahrain 2009: terza vittoria di Button

Continua la marcia trionfale della Brawn GP, le Ferrari limitano i danni

GP Bahrain 2009: terza vittoria di Button

Sul circuito del Sakhir, in Bahrain, continua il momento positivo di Button che, sulla monoposto più discussa del 2009, centra la terza vittoria stagionale lasciando ben poche speranze di trionfo ai diretti inseguitori. E dire che alla vigilia della gara il team di Ross Brawn aveva dichiarato di voler risparmiare la vettura per non incorrere in problemi d'affidabilità viste le torride temperature previste. Invece, tutto è andato secondo un copione già visto, e il pilota inglese ha incamerato altri 10 punti preziosi per la classifica generale.

Button ha superato i diretti avversari nel corso del primo pit-stop e da allora ha condotto una gara senza sbavature. Buona anche la gara di Vettel, il quale, avendo perso un paio di posizioni in partenza, è riuscito a risalire fino al secondo posto, confermandosi uno dei protagonisti della stagione. Una menzione a parte meritano le due Toyota, ai primi due posti per tutta la parte iniziale della gara e poi costrette a difendersi dopo la prima sosta ai box a causa di una strategia non felice: le monoposto di Glock e Trulli sono state le uniche a montare le gomme dure dopo il primo pit-stop e sono andate subito in difficoltà. Tutto sommato il terzo posto del nostro Trulli e il settimo di Glock rappresentano un bel bottino, ma la squadra giapponese poteva ottenere molto di più.

Sempre nelle prime posizioni il Campione del Mondo Hamiton, un pilota che ha lavorato duro per migliorare la sua monoposto ed è riuscito a guadagnare un quarto posto vero a dispetto del terzo posto figlio del caso che aveva conquistato in Australia.

E le Ferrari? In Bahrain hanno racimolato solamente una sesta posizione con Raikkonen che in alcuni frangenti è riuscito anche ad occupare le posizioni di vertice, ma non ci si può meravigliare: il team aspetta l'Europa per correre con una monoposto radicalmente modificata e nella gara odierna si è impegnato a limitare i danni. Preferiamo non commentare la toccata tra Raikkonen e Massa che ha costretto il brasilano ad una sosta ai box forzata che lo ha relegato nelle retrovie, perchè un contatto fortuito può capitare anche ai migliori.

Completano il quadro dei piloti giunti a punti uno sconsolato Barrichello (5° posto) che vede andare via il suo compagno di squadra, e Alonso, in ottava posizione nonostante i numerosi interventi sulla monoposto effettuati dalla Renault.

Archiviato l'appuntamento in Bahrain, si tornerà a correre in Europa, dove le squadra porteranno le monoposto rivisitate per interrompere il dominio della Brawn GP: si dice che alla Red Bull stiano preparando una vettura stellare, mentre a Maranello si lavora con cuore e rabbia e che anche la BMW abbia in serbo delle soluzioni inedite. Non rimane che attendere il prossimo GP per vedere se la squadra di Ross Brawn avrà dei degni avversari o se sarà destinata a percorrere una cavalcata trionfale dal sapore storico. Intanto un "paracarro", come Briatore definisce Button, si trova saldamente in testa alla classifica piloti, sbeffeggiando a suon di risultati i suoi detrattori.

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport


Top