dalla Home

Eventi

pubblicato il 25 aprile 2009

Villa D'Este 2009: i vincitori

Coppa d'Oro alla Alfa Romeo 8C 2900B del 1938

Villa D'Este 2009: i vincitori
Galleria fotografica - Villa D'Este 2009: i vincitoriGalleria fotografica - Villa D'Este 2009: i vincitori
  • Villa D\'Este 2009: i vincitori - anteprima 1
  • Villa D\'Este 2009: i vincitori - anteprima 2
  • Villa D\'Este 2009: i vincitori - anteprima 3
  • Villa D\'Este 2009: i vincitori - anteprima 4
  • Villa D\'Este 2009: i vincitori - anteprima 5
  • Villa D\'Este 2009: i vincitori - anteprima 6

Partiamo con il vincitore assoluto: la Coppa d'Oro Villa D'Este 2009, quella dell'ottantesimo anniversario, è andata alla superba Alfa Romeo 8C 2900B del 1938 di John Shirley, probabilmente la vettura che per storia, design, tecnica e fascino meritava di più la vittoria. Non che le altre fossero da meno, ma è un po' come paragonare la Gioconda di Leonardo e i "Vaso di girasoli" di van Gogh: impossibile!
Se la rarità è un pregio in questo settore, basti dire che la 8C 2900 è stata costruita in 40 esemplari e che con questo tipo di carrozzeria berlinetta solamente 6. Tornata in Italia dopo aver partecipato alla Mille Miglia 2006, l'Alfa blu dal cofano "infinito" torna e vince grazie al suo proprietario, ex presidente Microsoft e già capace di vincere il prestigioso concorso di Pebble Beach.

Il Trofeo BMW Classic, premio speciale assegnato dalla giuria, è andato alla Bentley 8 Litre, Sportsman Coupé 1931 dell'olandese Frans van Haren. Il Trofeo FIVA per la vettura meglio conservata è rimasto in Italia, andato ad una fantastica Alfa Romeo 6C 1750 GTC Castagna del 193, presentata da Gabriele Artom. Non meno meritato è il Trofeo Auto & Design per lo stile più emozionante, vinto dalla Bugatti 57 giallonera del 1938, dell'inglese Gil Noble.Il premio per la più elegante Rolls Royce è stato appannaggio della Phantom I Sports Saloon proveniente dal Lussemburgo. Per il premio speciale Girard-Perregaux ha visto prevalere una vettura non "milionaria", ma irresistibilmente bella e grintosa: la rossa e filante Abarth 204 A Berlinetta Vignale del 1950. Infine, la Ferrari 250 GT Europa dell'americano Kenneth Roath ha vinto il Trofeo BMW per il miglior restauro.

Autore:

Tag: Eventi


Top