dalla Home

Tuning

pubblicato il 23 aprile 2009

Gemballa Tornado 750 GTS

50 Porsche Cayenne Turbo da 750 CV e 400.000 euro

Gemballa Tornado 750 GTS
Galleria fotografica - Gemballa Tornado 750 GTSGalleria fotografica - Gemballa Tornado 750 GTS
  • Gemballa Tornado 750 GTS - anteprima 1
  • Gemballa Tornado 750 GTS - anteprima 2
  • Gemballa Tornado 750 GTS - anteprima 3
  • Gemballa Tornado 750 GTS - anteprima 4
  • Gemballa Tornado 750 GTS - anteprima 5
  • Gemballa Tornado 750 GTS - anteprima 6

La Gemballa Tornado 750 GTS si ritaglia a buon diritto il proprio spazio all'interno dell'esclusivo club delle Porsche Cayenne più potenti e vistose, assieme a Mansory Chopster, TechArt Magnum e alla Edo Competition Cayenne GTS. Lo storico elaboratore Porsche di Leonberg ha sottoposto la Cayenne Turbo ad una cura intensiva di tuning, aumentando la cilindrata a 5 litri, adottando scarico sportivo, testata motore rivista, bielle e pistoni speciali, turbocompressori da competizione e un intercooler che ha una superficie radiante maggiorata del 90%.

Con questi "semplici accorgimenti" il motore della Gemballa Tornado 750 GTS riesce a sprigionare la bellezza 750 CV a 6.400 giri/min 1.050 Nm di coppia massima a 3.200 giri/min. Accoppiato al sistema di trazione integrale, il nuovo "terato-SUV" di Gemballa può raggiungere i 300 km/h e accelerare fino ai 100 orari da fermo in 4,3 secondi.

Uwe Gemballa non ha lasciato nulla al caso per la sua Tornado 750 GTS, riducendo il peso di ben 250 chilogrammi e creando una serie di nuovi pannelli carrozzeria che rendono quasi irriconoscibile la Cayenne di base. Il frontale totalmente nuovo include enormi prese d'aria, uno spoiler inferiore pronunciato per la massima deportanza e il cofano motore rimodellato fino a comprendere i passaruota laterali; il tormentato disegno del coperchio motore nasconde in realtà un pezzo unico incernierato davanti e abbondantemente perforato da sfoghi e prese d'aria.

Una doppia bandella laterale prosegue il motivo dei passaruota allargati di 40 mm e si raccorda al diffusore racing posteriore. I quattro cerchi posteriori della fanaleria si sovrappongono agli altrettanti scarichi circolari, perfettamente in sintonia con le quattro enormi ruote forgiate GT SPORT con canale 12Jx22 e pneumatici 335/25 Z 22. All'interno di questi ruotano dischi freno da 420 mm davanti e 380 mm dietro, "azzannati" rispettivamente da pinze a 6 e 4 pistoncini.

La sportività estrema della Gemballa Tornado 750 GTS è confermata anche all'interno, dove i quattro sedili avvolgenti e le maniglie in carbonio trattengono gli occupanti durante le sfuriate del nuovo, mostruoso SUV. Il tunnel centrale che ospita la leva del cambio è stato rialzato a mo' di ponte e contribuisce a creare l'atmosfera raccolta del perfetto cockpit da corsa; il Data Control System qui ospitato fornisce dati di guida come l'accelerazione longitudinale, trasversale e la decelerazione. I passeggeri posteriori possono distrarsi nel frattempo (mal d'auto permettendo...) con il sistema di intrattenimento multimediale, coccolati in un salotto rifinito in pelle, fibra di carbonio o alluminio.

Della Gemballa Tornado 750 GTS è prevista una tiratura limitata di 50 esemplari al prezzo base di 400.000 euro.

Autore:

Tag: Tuning , Porsche , tuning


Top