dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 aprile 2009

Gli escrementi umani diventano "carburante"

Oslo annuncia per l'anno prossimo 350 autobus a biometano biologico

Gli escrementi umani diventano "carburante"

L'alternativa al petrolio è stata cercata ovunque sulla terra, dall'alto del sole alla profondità dell'oceano dove sono le alghe marine, ma mai prima d'ora si era pensato di esplorare... le fogne. In Norvegia, uno dei paesi più all'avanguardia in materia di energia rinnovabile, un ricercatore di nome Ole Jakob Johansen ha annunciato di aver messo a punto un procedimento che permette di ottenere metano dalla fermentazione dei detriti solidi. In poche parole, da quello che solitamente finisce nel water.

Il nuovo progetto, che promette di rivoluzionare il mondo dei biocarburanti, ha già trovato chi è disposto ad investire nel suo sviluppo. La città di Oslo ha infatti reso noto, senza però parlarne in termini economici, che dall'anno prossimo metterà in circolazione per le strade 350 autobus alimentati a biometano.

Questo tipo di combustibile, oltre ad avere un costo di produzione molto basso e quindi un prezzo molto accessibile (30-40% in meno del diesel), farebbe anche bene all'ambiente perché sarebbe neutrale dal punto di vista delle emissioni di CO2. Secondo focus.it, il biometano rilascia il 78% in meno di nitrati e il 98% in meno di polveri sottili rispetto al gasolio fossile. Per rendersi conto inoltre della portata dell'invenzione, il sito ha calcolato che "ciscuno di noi, andando in bagno, produce ogni anno l'equivalente di otto litri di diesel. Per una città come Milano, che ospita 1.300.000 abitanti, significa una produzione annua di 10,4 milioni di litri di carburante, sufficienti a far lavorare 300 autobus per 100.000 km l'uno".

Sarà questo il futuro della mobilità sostenibile? La stessa equipe scientifica che ha lavorato al progetto ha anche garantito che il biometano non emana alcun cattivo odore...

[ Foto "benryvip" da flickr.com ]

Autore:

Tag: Curiosità


Top