dalla Home

Mercato

pubblicato il 20 aprile 2009

GM pronta a cedere Opel e Saab a costo zero

Secondo il Financial Times, cessione virtuale senza guadagno

GM pronta a cedere Opel e Saab a costo zero

General Motors si starebbe preparando a cedere Opel e Saab a costo zero. Lo riporta ieri il Financial Times citando non precisate fonti interne. La Casa americana starebbe studiando un piano di ritirata dall'Europa che comporterebbe da parte dei compratori un esborso praticamente pari a zero attraverso il pagamento di 500 milioni di euro che sarebbero immessi immediatamente nel capitale di Opel/Vauxhall e che quindi il nuovo padrone si ritroverebbe in cassa.

Come affermato da Fritz Henderson, presidente e CEO di GM, nella conferenza stampa dello scorso venerdì 17 aprile, gli acquirenti interessati sarebbero almeno sei ed Henderson stesso, nel momento in cui ha dato loro i libri contabili di Opel perché li studiassero, li avrebbe sollecitati a formalizzare il loro interesse entro due o tre settimane. Saab rientrerebbe in questa operazione dal momento che GM starebbe studiando la formazione di una holding sotto il sui ombrello dovrebbero rientrare entrambe i marchi con un capitale di 3 miliardi di euro e la garanzia del governo tedesco per 3,3 miliardi di euro come base finanziaria.

Come conseguenza, questa holding sarebbe tedesca con sede legale in Germania e GM ne rimarrebbe socio di minoranza per assicurare la continuità con il presente. Tra le ipotesi, ci sarebbe anche la possibilità che GM, pur in minoranza di voto, rimanga comunque l'azionista unico più grande di questa holding. A orchestrare tutta questa operazione sarebbe la Commerzbank, incaricata dal costruttore americano di svolgere attività di consulenza e ricognizione. I nomi dei potenziali compratori sono però avvolti nel più stretto riserbo e le voci che parlavano di interessamento da parte di Fiat e della cinese SAIC (partner di GM in Cina) sono state seccamente smentite. Non altrettanto invece è successo per le voci che vogliono sempre più insistentemente il gigante di Detroit pronto a portare i libri in tribunale per l'apertura formale della procedura di bancarotta come previsto dal famoso capitolo 11, quello che prevede la massima tutela dei creditori.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , General Motors


Top