dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 20 aprile 2009

Provincia di Roma e Fondazione ANIA insieme per la sicurezza

Un progetto per giovani, donne ed autotrasportatori

Provincia di Roma e Fondazione ANIA insieme per la  sicurezza

La lotta alla mortalità sulle strade è diventata una priorità anche per la Provincia di Roma. Questa mattina, nell'Aula Magna dell'Istituto Superiore Statale "Leonardo Da Vinci", il Presidente Nicola Zingaretti ha firmato insieme a Sandro Salvati, il Presidente della Fondazione ANIA, un protocollo d'intesa per promuovere progetti concreti che migliorino la sicurezza stradale sul territorio capitolino. L'incidentalità infatti rappresenta anche qui una vera e propria emergenza: solo nel 2007 le vittime sono state 344 nella Provincia e 201 nella Capitale. Questo fa della Provincia di Roma quella con il più alto numero di vittime in Italia, seguita dalla Provincia di Milano, che invece è prima per numero di incidenti (24.654 rispetto a 25.662) e di feriti (33.224 rispetto a 34.137).

Per fronteggiare quest'emergenza si è deciso di lavorare sull'educazione stradale. Saranno organizzati corsi di guida sicura sulle due ruote per gli studenti, le donne riceveranno la Scatola Rosa dell'ANIA e gli autotrasportatori effettueranno corsi di formazione che aumenteranno la loro conoscenza dei danni diretti e indiretti causati dalle cattive condotte di guida.

Gli adolescenti verranno educati alle regole della strada attraverso delle brochure informative che verranno distribuite in tutte le scuole e gli studenti di età compresa tra 14 e 16 anni (circa 70.000 ragazzi) riceveranno il "Patentino online", che consentirà loro, con un adeguato supporto di formazione presso la scuola di appartenenza, di accedere gratuitamente all'esame per il conseguimento del certificato di idoneità per il ciclomotore. Sempre per la categoria "under 16" verrà promosso in 3 grandi centri della Provincia il progetto avviato dalla Fondazione ANIA nel 2007 "ANIA Campus", che consente ai giovani di seguire gratuitamente corsi teorici e pratici per la guida del ciclomotore con istruttori qualificati.

Per gli adulti, la precedenza è stata data alle donne, che riceveranno, in base a criteri ancora da definire, la "Scatola Rosa", ovvero quel dispositivo satellitare per la sicurezza stradale e personale che rileva in tempo reale un eventuale incidente o aggressione. Per i professionisti della strada, si svilupperanno iniziative di 'risk management' e 'loss prevention' che la Fondazione ANIA già adotta per alcune flotte aziendali.

Autore:

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top