dalla Home

Curiosità

pubblicato il 18 aprile 2009

Fast and Furious: le auto giapponesi

Paul Walker, la Nissan Skyline GTR e la nuova Subaru WRX STi

Fast and Furious: le auto giapponesi
Galleria fotografica - Fast and Furious: le auto giapponesiGalleria fotografica - Fast and Furious: le auto giapponesi
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 1
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 2
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 3
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 4
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 5
  • Fast and Furious: le auto giapponesi - anteprima 6

Cosa rende davvero speciale un film come "Fast and Furious - Solo parti Originali"? Il forte legame che c'è tra i protagonisti e le loro auto. Il carattere dei personaggi è infatti molto legato a quello delle vetture con cui si sfidano. VIN DIESEL, che sul set è Dominc Toretto, ha la stessa forza e il medesimo carisma delle "muscle cars" americane. A lui sono state affidate la Dodge Charger del 1970, la Chevrolet SS Chevelle del 1970 o la Buick GNX Grand National del 1987. Auto difficili da reperire che sono costate molto impegno ai realizzatori, ma che non hanno nulla da invidiare alle più "popolari" giapponesi che hanno accompagnato PAUL WALKER.

Il poliziotto Brian O'Conner è tornato a correre per le vie di Los Angeles a bordo di una Nissan Skyline GTR che qualsiasi appassionato sognerebbe di poter guidare almeno una volta. Per girare le scene con Brian al volante, la produzione ha dovuto acquistarne ben 6 esemplari. Due sono stati distrutti durante le riprese; tre si sono parzialmente salvati, ma i componenti intatti sono stati venduti, ed uno solo è ancora in buono stato ed è pronto a girare il quinto episodio che è già in fase dipre-produzione.

Un'altra vettura legata a Brian è la nuova Subaru WRX STi, anche se però in questo caso si deve parlare di vero e proprio "product placement". La Subaru ha infatti "regalato" ai produttori del film ben sette esemplari della potente vettuta per avere in cambio una certa visibilità. Dopo essere passate nelle mani di esperti tuners come Perrin, Cobb Tuning e Veilside, le sportive sono approdate sul set e solo una di loro si è salvata dalla distruzione.

Delle auto di PAUL WALKERD va raccontato però anche un altro particolare. Dal suo primo ruolo nella fortunata serie, l'attore americano ha messo insieme una collezione d'auto che continua a crescere e che è composta da un eclettico mix di auto di importazione e di americane classiche. Ne ha perfino offerte diverse ai realizzatori affinché le utilizzassero nel film, compresa una CHEVY NOVA del 1967 che si vede in una delle scene iniziali, quella del party nella Repubblica Dominicana.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , cinema , VIP , fast and furious


Top