dalla Home

Motorsport

pubblicato il 14 aprile 2009

F1 2009: mondiale in aula

Al via il processo d'appello per i diffusori di BrawnGP, Williams e Toyota

F1 2009: mondiale in aula

E' iniziato oggi l'atteso processo d'appello, avviato da Ferrari, Renault, Red Bull e BMW, che ha per oggetto la conformità al regolamento dei diffusori montati sulle monoposto BrawnGP, Williams e Toyota.

Si tratta una giornata storica per la nuova F1 che potrebbe rivoluzionare nuovamente il valore delle forze in campo e l'ordine d'arrivo delle due gare disputate. Stando alla tesi dell'accusa il diffusore incriminato, quello con il buco, consentirebbe di ottenere un carico aerodinamico superiore del 15% e renderebbe più difficoltose le fasi di sorpasso. Questa teoria, che potrebbe avere un fondamento di verità, in realtà non è indice di irregolarità sportiva, perchè in inverno i progetti delle monoposto incriminate avevano ricevuto l'ok della Federazione. Di conseguenza, la banda del buco potrebbe uscire vincente per aver interpretato meglio delle altre squadre il nuovo regolamento.

Ma è ancora presto per fare un quadro completo della situazione, bisognerà attendere la giornata di domani per conoscere il tanto atteso verdetto e sapere se Ross Brawn ha messo in atto un autentico colpo da maestro, tracciando una via aerodinamica che tutti gli altri team dovranno seguire (Toyota e Williams escluse naturalmente).

Autore: Valerio Verdone

Tag: Motorsport , formula 1


Top