dalla Home

Attualità

pubblicato il 10 aprile 2009

Autostrada gratis per gli sfollati d'Abruzzo

Farà fede il biglietto del casello. Promesse sanzioni ai truffatori

Autostrada gratis per gli sfollati d'Abruzzo

Tutte le persone sfollate che potranno mettersi in viaggio sulle autostrade A24 e A25 non pagheranno il pedaggio. Lo ha comunicato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, e già da alcune ore chi ha la possibilità di utilizzare l'automobile per spostarsi in questi giorni di Pasqua ne sta usufruendo. E' possibile avvalersi dell'esenzione dal pedaggio autostradale proveniendo dalle stazioni di Torninparte, L'Aquila Ovest, L'Aquila Est, Assergi e Colledara dell'A24 e da Bussi dell'A25.

E' però importante che presso questi caselli si ritiri il biglietto del pedaggio e non si usi il Telepass, perché questa ricevuta dovrà essere consegnata agli addetti dei caselli autostradali in uscita a cui si dovrà dichiarare, verbalmente, di essere "sfollati dalle aree del sisma". La stessa procedura sarà applicata per i transiti in uscita per facilitare il rientro, ma la data ultima di quest'agevolazione non è stata ancora resa nota.

Per evitare tentativi di truffa, come ha detto l'amministratore delegato di Strada dei Parchi, Sandro Capparucci, sarà premura del casellante annotare la targa del veicolo sul biglietto del pedaggio esentato dal pagamento in modo da poter controllare, in un successivo momento, la residenza del proprietario attraverso la Motorizzazione. "Tali controlli però - ha avvertito Capparucci - saranno effettuati solo se dovessimo accorgerci di una richiesta spropositata di esenzioni".

Ricordiamo, tuttavia, che sulla A24 resta chiuso il tratto tra Assergi e L'Aquila Ovest in entrambe le direzioni per consentire il ripristino delle condizioni di sicurezza. E' inoltre consigliabile, prima di mettersi in viaggio, di informarsi sulle condizioni di viabilità chiamando il Centro Informazioni Autostrade (840-04 21 21) e il numero verde del CCISS 1518 o consultando le pag. 647-649 di Televideo o il sito
www.autostrade.it dove sono disponibili anche possibili itinerari alternativi che verranno suggeriti in caso di eventuali criticità.

Autore:

Tag: Attualità


Top