dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 aprile 2009

World Car of the Year 2009: gli altri premi

La Fiat 500 per lo stile, la Honda FCX per l’ambiente e la Nissan GT-R

World Car of the Year 2009: gli altri premi
Galleria fotografica - World Car of the Year 2009: gli altri premiGalleria fotografica - World Car of the Year 2009: gli altri premi
  • World Car of the Year 2009: gli altri premi - anteprima 1
  • World Car of the Year 2009: gli altri premi - anteprima 2
  • World Car of the Year 2009: gli altri premi - anteprima 3
  • World Car of the Year 2009: gli altri premi - anteprima 4
  • World Car of the Year 2009: gli altri premi - anteprima 5
  • World Car of the Year 2009: gli altri premi - anteprima 6

La giuria del World Car of the Year, composta da 59 giornalisti provenienti da 25 paesi, ha assegnato anche altri tre premi. Il World Green Car è andato alla Honda FCX Clarity che ha battuto la Mitsubishi iMiEV elettrica e la Toyota iQ ed è la seconda volta che Honda (dopo la Civic Hybrid nel 2006) conquista il premio. Finora non era accaduto a nessun marchio, nella seppure breve vita del premio, di aggiudicarsi in anni diversi il riconoscimento nella stessa categoria. Il World Performance Car è stato invece assegnato alla Nissan GT-R che ha battuto la Porsche 911 Carrera e la Corvette ZR-1 conquistando questo riconoscimento dopo Audi R8 nel 2008, Audi RS4 nel 2007 e Porsche Cayman S nel 2006.

Le soddisfazioni per noi italiani sono venute - manco a dirlo - per lo stile visto che il World Car Design (deciso da un comitato di 4 giornalisti) è andato alla Fiat 500 che ha battuto altre due europee, la Citroën C5 e la Jaguar XF, e succede alle altre vincitrici delle edizioni scorse, tutte provenienti dal Vecchio Continente: Audi R8 in 2008, all'Audi TT nel 2007 e alla Citroën C4 nel 2006. Un'altra affermazione importante dunque per la piccola italiana che, dopo una fugace apparizione a Detroit, è stata portata in passerella dal vicepresidente di Chrsyler, Jim Press, ricevendo proprio nella terra delle vetture "king size," la propria consacrazione come oggetto di design (e non solo). Un apprezzamento generale che fa intravvedere come sempre più vicino lo sbarco in America.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato


Top