dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 aprile 2009

Il Gruppo Volkswagen apre un nuovo stabilimento in India

A Pune una fabbrica da 110.000 vetture l'anno

Il Gruppo Volkswagen apre un nuovo stabilimento in India

Il Gruppo Volkswagen ha inaugurato a Pune un nuovo stabilimento capace di produrre, a pieno regime, fino a 110.000 vetture ogni anno. Dopo gli ingenti investimenti e gli accordi commerciali in Cina il colosso VW si lancia quindi con un impegno finanziario di 580 milioni di euro, il maggior investimento di sempre per un'azienda tedesca sul territorio indiano.

L'obiettivo è evidentemente quello di giocare attivamente su ognuno dei mercati emergenti e trainanti dell'economia mondiale, con il sempre più preciso intento di mantenere elevati gli obiettivi di crescita nel mercato globale. Da maggio 2009 nella nuova fabbrica di Pune (stato di Maharashtra) sarà assemblata Skoda Fabia, mentre la produzione di una specifica versione della Volkswagen Polo sviluppata appositamente per il mercato indiano partirà nel 2010.

Lo stabilimento di Pune è uno tra i più moderni del Gruppo Volkswagen e prevede, oltre alla collaborazione con molti fornitori locali, la capacità di coprire l'intero processo produttivo, dal reparto stampaggio lamierati a quelli carrozzeria e verniciatura, sino all'assemblaggio finale; si tratta della prima realtà di questo tipo in India, almeno per un costruttore tedesco. Entro il 2010 l'impianto di Pune andrà ad impiegare circa 2.500 addetti.

La rete produttiva mondiale del Gruppo Volkswagen va così ad arricchirsi del 61esimo impianto che andrà ad aggiungere la propria quota di veicoli ai 6,347 milioni prodotti nel 2008 (il 66,2% al di fuori della Germania). Il gruppo di Wolfsburg conta di condividere e partecipare attivamente alla crescita del mercato automobilistico indiano, previsto in crescita da 1,2 milioni a 2 milioni di vetture l'anno entro il 2014, investendo sia sulla produzione che sulla espansione della propria rete commerciale nel paese.

Autore:

Tag: Mercato , Uaz


Top