dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 9 aprile 2009

Mercedes ML 450 Hybrid

Controffensiva della Stella sull’ibrido per battere la Lexus RX450h

Mercedes ML 450 Hybrid
Galleria fotografica - Mercedes ML 450 HybridGalleria fotografica - Mercedes ML 450 Hybrid
  • Mercedes ML 450 Hybrid - anteprima 1
  • Mercedes ML 450 Hybrid - anteprima 2
  • Mercedes ML 450 Hybrid - anteprima 3
  • Mercedes ML 450 Hybrid - anteprima 4
  • Mercedes ML 450 Hybrid - anteprima 5
  • Mercedes ML 450 Hybrid - anteprima 6

Mercedes scatena la sua controffensiva ibrida e lo partendo dal Salone di New York (7-17 aprile) dove presenta la Mercedes ML450 Hybrid che, per posizionamento e... numeri, si confronta direttamente con la Lexus RX450h riprendendone anche alcune soluzioni tecniche sperimentate con un ciclo di prove davvero massacrante per un totale di circa 4 milioni di km in ogni condizione ambientale e climatica.

La novità principale è ovviamente il sistema ibrido che è del tipo bimodale e sviluppato in collaborazione con BMW, Chrysler e GM e proprio quest'ultima lo ripropone a New York sulla GMC Yukon Denali Hybrid, SUV gigante con motore V8 6 litri a funzionamento modulare. Per la ML 450 Hybrid Mercedes invece guarda all'esperienza giapponese con un V6 3,5 litri da 279 CV e 350 Nm che funziona a ciclo Atkinson, ovvero con un fase di espansione più lunga di quello di compressione. In questo modo si minimizzano le perdite di pompaggio, per un miglior rendimento, e si ottiene una curva di coppia più piatta (costante da 3000 a 5500 giri/min), più adatta in presenza di un aiuto elettrico, sia per la propulsione sia per la ricarica delle batterie. Quest'ultime sono al nickel-metal-idrato a 288 Volt e sono costituite da 24 moduli di 10 celle l'una per un totale di 240 e un peso di 83 kg. Sono alloggiate nella parte posteriore, raffreddate a liquido e hanno una capacità di 2,4 kWh ed erogano fino a 45 kW. A fornire questo aiuto sono due motori elettrici: uno da 85 CV e 235 Nm e un altro da 85 CV e 260 Nm che insieme al motore a scoppio forniscono una potenza e una coppia combinate di 340 CV e 517 Nm.

Entrambi i motori elettrici sono integrati all'interno dal cambio molto particolare con quattro rapporti fissi e due a variazione continua per veicolare in modi diversi la forza dei motori elettrici e quella del V6 a benzina a seconda delle situazioni di utilizzo. In questo modo, la ML 450 Hybrid a basse velocità riesce a funzionare solo ad elettrico e, progressivamente, utilizza sempre di più il motore a scoppio sfruttando i due elettrici per la loro coppia di supporto oppure per recuperare energia e fare da stop/start. Proprio per questo alternatore e motorino di avviamento sono stati eliminati e, per poter funzionare anche quando il motore a scoppio è fermo, la pompa del servosterzo e del compressore del climatizzatore sono elettriche.

Il sistema è gestito da una centralina elettronica in grado di compiere 50 milioni di operazioni al secondo necessari a calcolare la modalità operativa migliore 160 volte al secondo. Le strategie elaborate disegnano i flussi energetici che sono riportati sullo schermo al centro della plancia mentre sulla strumentazione c'è un indicatore di ricarica al posto del contagiri. Il sistema permette anche di selezionare una modalità più economica e una più sportiva. Il sistema di trazione integrale rimane perfettamente identico a quello delle altre versioni della ML perché, dall'uscita del cambio in poi, la catena cinematica è la stessa. Nel ciclo medio americano il SUV ibrido tedesco denuncia consumi di 22 miglia per gallone (10,7 l/100 km) e un'omologazione SULEV (Super Ultra Low Emission Vehicle), la più rigida possibile negli USA per un veicolo dotato di un motore a scoppio. Quanto a prestazioni, la velocità massima è di 213 km/h e l'accelerazione da 0 a 60 miglia orare (96 km/h) in 7,8 secondi.

Se vi state fregando le mani, vi consigliamo di fermarvi però subito perché la ML 450 Hybrid è destinata esclusivamente al mercato americano, mentre per quello europeo Mercedes continua a credere che la soluzione migliore rimanga il Diesel o un ibrido morbido nel quale un piccolo motore elettrico inserito all'interno del convertitore di coppia fa da supporto nella fasi di funzionamento meno favorevoli per il motore a scoppio. È la soluzione della S400 Hybrid alimentata da una piccola batteria a litio e sarà applicata ad altri modelli. Probabile invece che il sistema ibrido della ML sia usato anche sulla più grande GL.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Anticipazioni , Mercedes-Benz


Top