dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 aprile 2009

General Motors si prepara alla bancarotta

In cantiere una nuova società, mentre Volkswagen scala la classifica dei produttori

General Motors si prepara alla bancarotta

La General Motors ha accelerato i preparativi per una bancarotta. Mentre il conto alla rovescia allo scadere dell'ultimatum di Obama si consuma, il "colosso" di Detroit si sta concentrando sulla creazione di una nuova società nella quale far confluire i suoi asset migliori nel caso in cui si rendesse necessaria una ristrutturazione attraverso il Chapter 11. "Una bancarotta per una società della taglia e della complessità di GM non è semplice", ha spiegato Dinnes Virag, presidente di Automotive Consulting Group, secondo il quale il "miglior risultato sarebbe una ristrutturazione al di fuori del fallimento, ma è molto difficile".

Il consiglio di amministrazione di GM sta lavorando ad un profondo taglio dei costi affinché la società possa ristrutturarsi al di fuori delle aule di tribunale e non manca l'impegno verso il futuro. Proprio oggi il Gruppo americano ha annunciato la propria scommessa sulle due ruote lanciata insieme a Segway: un prototipo di veicolo elettrico a due posti e due ruote destinato al traffico nelle grandi città. Si chiama P.U.M.A. e potrebbe arrivare su strada nel 2012 ad un prezzo molto competitivo, circa un terzo o un quarto di una vettura tradizionale.

Una presentazione che potrebbe diffondere ottimismo, se non fosse per la concomitante stima dell'istituto di analisi Polk secondo cui Volkswagen sorpasserà GM nella classifica dei produttori mondiali di auto. Polk prevede che la produzione mondiale di vetture e veicoli leggeri scenderà quest'anno del 19%, con un calo del 31% di GM e del 15% di Volkswagen.

Autore:

Tag: Mercato , General Motors , detroit , dall'estero


Top