dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 aprile 2009

BEI: via libera a 866 milioni di euro di prestiti

La produzione di auto a basso impatto ambientale è la principale beneficiaria

BEI: via libera a 866 milioni di euro di prestiti

I produttori di auto in Europa impegnati nella realizzazione di auto pulite a bassa emissione di C02 riceveranno dalla Banca europea degli investimenti (Bei) ulteriori 866 milioni di euro in prestiti. E' la seconda trance di aiuti che arriva dal cuore economico dell'Unione europea dopo il prestito da 3,6 miliardi di euro approvato lo scorso dicembre. Un contributo che rappresenta un'altra tappa verso lo stanziamento complessivo di 7 miliardi di euro in favore dell'industria automobilistica, che non ha accolto bene la decisione della Bei. L'Associazione dei costruttori d'auto europei (ACEA) aveva infatti giudicato la somma insufficiente per fronteggiare l'attuale crisi economica, in cui si deve fare i conti con un forte restringimento del credito a tutti i livelli, mentre i mercati finanziari, nonostante le robuste iniezioni di denaro da parte delle istituzioni, non stanno funzionando.

Il nuovo prestito da 866 milioni di euro include 400 milioni di euro per le attività europee di Nissan per lo sviluppo e la creazione di auto a bassa emissione di CO2 in Gran Bretagna e Spagna e 366 milioni di euro per Jaguar Land Rover per aiutare a ridurre le emissioni delle auto. È stato inoltre autorizzato un prestito per uno stabilimento Volkswagen in India, che produce auto di piccola cilindrata per facilitare il taglio delle emissioni inquinanti nelle maggiori città indiane, ed è stato sottoscritto un prestito per BMW, Renault e Volvo. Altre risorse saranno stanziate in maggio e in giugno e ne beneficeranno anche le aziende fornitrici di componenti automobilistiche.

Autore:

Tag: Mercato , unione europea


Top