dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 aprile 2009

I reali di Abu Dhabi sono interessati alla Opel

La scalata araba all'industria dell'auto tedesca continua

I reali di Abu Dhabi sono interessati alla Opel

La Opel, la controllata tedesca della General Motors sull'orlo del fallimento, potrebbe aver trovato ad Abu Dhabi l'investitore privato che sta cercando per salvarsi. La famiglia reale dell'omonimo emirato, che già possiede il 9,1% di Daimler, ha infatti manifestato pubblicamente il proprio interesse all'acquisto. Il principe ereditario Sheikh Hamdan ha detto, secondo quanto riportato dalla Westdeutsche Allgemeine Zeitung, che "ancora nessuna decisione è stata presa", ma che l'incontro con il premier regionale del Nord-Reno-Westfalia, Juergen Ruettgers, è stato "molto positivo".

Grande soddisfazione per l'eventuale ingresso di privati nel capitale della società potrebbe arrivare anche dalla stessa amministrazione tedesca. Il cancelliere tedesco Angela Merkel, che la scorsa settimana ha visitato lo stabilimento principale di Opel a Ruesselsheim, ha infatti escluso un intervento dello Stato nel salvataggio dell'importante marchio automobilistico, che solo in Germania conta 130 mila dipendenti. Intanto, l'idea di una Opel europea più autonoma rispetto alla casa madre GM sembra concretizzarsi sempre di più. "Le attività europee di GM potrebbero essere separate e messe in una nuova società", aveva detto il capo di GM per l'Europa, Carl-Peter Forster.

"Un eventuale fallimento della General Motors negli USA, nel quadro normativo americano, non costituirebbe un pericolo per la controllata tedesca Opel", aveva spiegato alla stampa tedesca. "La nostra produzione europea e la vendita delle auto in Europa non sarebbero colpite".

Autore:

Tag: Mercato , Opel , VIP , dall'estero


Top