dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 aprile 2009

L'Accordo Fiat-Chrysler porterà lavoro in Italia

Il Ministro Scajola crede nel successo americano di 500 e delle future Alfa

L'Accordo Fiat-Chrysler porterà lavoro in Italia

Una via d'uscita per la preoccupante crescita della disoccupazione, che entro il 2010 dovrebbe arrivare - secondo le stime dell'OCSE - al 10%, potrebbe arrivare dal settore automobilistico. E' l'Accordo Fiat-Chrysler, in via di definizione in questi giorni, che avrebbe delle "ricadute positive anche per l'occupazione in Italia". A sostenerlo è il Ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, che, in un'intervista al quotidiano Il Tempo, ha parlato delle prospettive per l'industria dell'auto italiana.

La partnership tra il Lingotto e il gruppo americano potrebbe essere molto utile al nostro Paese perché "Fiat fornirebbe a Chrysler le piattaforme tecnologiche per consentirle di produrre modelli a basso consumo", ricevendo in cambio il 35% delle azioni della Casa americana e la possibilità di vendere i propri modelli negli USA. Il debutto in questo fondamentale mercato della Fiat 500 e delle vetture Alfa Romeo potrebbe essere decisivo. "Se questi modelli avranno successo tra gli americani, ci saranno ricadute positive anche per l'occupazione in Italia", ha detto Scajola, convinto che "tutti gli italiani abbiano provato un sentimento di orgoglio quando hanno sentito il Presidente Obama citare la Fiat come 'salvatore' della Chrysler".

Il ministro si è detto anche molto soddisfatto che gli incentivi per l'acquisto di auto ecologiche stiano avendo successo. In marzo sono state immatricolate 214 mila vetture, contro le 166 mila di febbraio e le 158 mila di gennaio, e anche se "questi non sono aiuti alla Fiat", ma ai consumatori che possono acquistare le vetture di tutte le marche, "gli incentivi stanno aiutando anche la Casa torinese a superare mesi molto duri, a ridurre la cassa integrazione e a concludere positivamente l'accordo con Chrysler, che - secondo il ministro - può essere un passo fondamentale per far restare la nostra industria automobilistica ai vertici mondiali".

Autore:

Tag: Mercato , Fiat , produzione


Top