dalla Home

Mercato

pubblicato il 31 marzo 2009

Obama lancia "l'Auto Warranty Program"

Per sostenere le vendite di GM e Chrysler, sgravi fiscali e più garanzie agli acquirenti

Obama lancia "l'Auto Warranty Program"

Con un documento di appena due pagine l'amministrazione Obama è venuta incontro sia alle esigenze delle famiglie americane che a quelle dei grandi costruttori di auto, come General Motors e Chrysler, alle prese con la crisi delle immatricolazioni e l'ultimatum da rispettare. Per rilanciare le vendite di auto, necessarie per la sopravvivenza dei costruttori, e ridare fiducia ai contribuenti che temono per il crescente tasso di disoccupazione ed hanno paura per il futuro, il presidente americano Barack Obama ha approvato una serie di misure straordinarie che insieme compongono "l'Auto Warranty Program".

Per chi acquista un'auto nuova fra il 16 febbraio 2009 e la fine dell'anno ci saranno sgravi fiscali e "questo consentirà alle famiglie - come ha spiegato Obama - di risparmiare centinaia di dollari". Un risparmio che si potrebbe tradurre, a beneficio dei costruttori, "in un aumento delle vendite di 100.000 unità" ed inoltre il Governo si è impegnato a garantire gli obblighi di GM e Chrysler nei confronti dei propri acquirenti.

Barack Obama, il presidente che ha deciso di pagare di tasca sua le spese per il rinnovo della Casa Bianca e dell'Ufficio Ovale senza toccare i centomila dollari di fondi federali che tradizionalmente spettano ai nuovi inquilini di Pennsylvania Avenue, è andato perfino oltre, rivolgendosi in maniera diretta ai cittadini statunitensi. "Spero che quello che sto annunciando oggi risponda alle domande che la gente si pone sul futuro di GM e Chrysler", ha detto, aggiungendo: "Ma nel caso ci fossero ulteriori dubbi fatemi domande il più chiaramente possibile: se comprate una vettura Chrysler o GM continuerete a ricevere i servizi come sempre. Le garanzie saranno al sicuro, infatti saranno più al sicuro che mai perché a partire da oggi il governo americano sarà dietro le vostre garanzie".

Per leggere la versione originale cliccate qui.

Autore:

Tag: Mercato


Top