dalla Home

Curiosità

pubblicato il 24 marzo 2009

I comandi vocali piacciono agli automobilisti

Lo rivela uno studio commissionato dall'americana Nuance Communications

I comandi vocali piacciono agli automobilisti

Il fatto che i comandi vocali utilizzati in auto piacciano agli utenti della strada forse non stupisce, ma così alte percentuali di gradimento potevamo aspettarcele solo dagli automobilisti USA, più abituati di noi a questo tipo di interfaccia. Secondo infatti un sondaggio commissionato dalla Nuance Communications, sviluppatrice di innumerevoli sistemi per il riconoscimento vocale e l'attivazione di sistemi a voce, addirittura 8 automobilisti su 9 utilizzano con regolarità e soddisfazione questi controlli vocali installati sulle loro vetture.

Si tratta, come è chiaro, di uno studio di parte commissionato da uno dei principali fornitori mondiali di soluzioni vocali e come tale va preso. Il sondaggio è stato effettuato da Maix Research and Consulting, che anche confermato la soddisfazione del 73% degli utenti, dichiaratisi pronti a consigliare questa tecnologia a parenti e amici e che ricomprerebbero anche in futuro auto con funzioni a riconoscimento vocale.

Il campione di 473 proprietari di auto con sistemi di riconoscimento vocale ha anche indicato nell'invio e ricezione di telefonate il principale impiego di questi sistemi (83%), mentre il 76% degli intervistati ha dichiarato di usarlo soprattutto per inserire un indirizzo nel navigatore satellitare. Il panel di riferimento dell'indagine ha anche rivelato come l'utilizzo dei sistemi in-car di riconoscimento vocale è in genere maggiore fra gli automobilisti più giovani (18-29 anni), mentre quelli al di sopra dei 49 anni sono più predisposti ad utilizzare i comandi vocali in zone sconosciute o in situazioni difficili di traffico.

Oltre a riconoscerne l'utilità in chiave di riduzione della distrazione alla guida causata dai comandi manuali, gli utenti dei sistemi di riconoscimento vocale hanno anche palesato il desiderio di disporre di un linguaggio più naturale, meno legato alla conversazione e alla conferma dei comandi con i sistemi. Oltre a questo, le persone che usano questi dispositivi hanno anche indicato una serie di servizi che desidererebbero avere a "portata di voce" come ad esempio le informazioni sul traffico (43%), il meteo (40%) e per cercare negozi e aziende in zona (37% ).

Autore:

Tag: Curiosità , dall'estero


Top