dalla Home

Mercato

pubblicato il 23 marzo 2009

Abu Dhabi controlla Daimler AG

Auto elettriche e materiali leggeri le priorità

Abu Dhabi controlla Daimler AG

La finanza araba conta sempre di più nel colosso tedesco dell'automobile Daimler. La Aabar, il cui primo socio è l'International Petroleum Investment di proprietà del governo di Abu Dhabi, è diventata il principale azionista del Gruppo che raccoglie Mercedes, smart, Maybach e AMG, davanti all'Emirato del Kuwait, la cui quota è passata dal 7,6% al 6,9%. Il fondo Aabar è entrato nel capitale con una quota del 9,1% grazie ad un investimento di 1,95 miliardi di euro ed acquisterà 96,4 milioni di nuove azioni della Daimler a 20,27 euro ciascuna, un prezzo inferiore del 5% rispetto alla chiusura di Borsa di venerdì a 21,34 euro.

L'entrata di Aabar come nuovo maggiore azionista è stata salutata da Daimler "con grande favore" perché "appoggia la nostra strategia e che ci accompagna sulla strada di progetti cruciali", come ha commentato Dieter Zetsche, numero uno di Daimler. La cooperazione, infatti, sarà molto utile per sviluppare le auto elettriche e i materiali di assemblaggio più leggeri. L'accordo inoltre prevede l'apertura di un laboratorio di formazione professionale per tecnici specializzati nell'automotive a Abu Dhabi.

L'operazione, che coincide con l'arrivo sul mercato del modello più importante di Mercedes, la Classe E, arriva in un momento strategico per il Gruppo tedesco anche per un'altra ragione: verso la metà del 2009 Daimler dovrà pagare circa 555 milioni di euro al fisco americano per chiudere un contenzioso che si trascina dagli Anni '90. L'investimento, approvato oggi dal cda della Daimler, è dunque una bella boccata d'ossigeno per la casa di Stoccarda, che ha chiuso il 2008 con un utile in calo del 65% a 1,4 miliardi ed ha iniziato il 2009 con difficoltà (a febbraio il crollo è stato del 25,4% a 72.200 unità) ed è stato accolto con grande favore dal mercato. Secondo gli analisti è "una prova di fiducia in questo difficile periodo" e i titoli Daimler alla Borsa di Francoforte hanno già guadagnano l'8,2% a 22,7 euro. Aabar ha deciso di investire perchè "il brand Daimler è un'icona", ma anche perchè si tratta di "una compagnia finanziariamente forte", ha detto il presidente Khadem al-Qubaisi che ha indicato la Germania come "il miglior Paese dove investire" a fronte della sua forza innovativa e che ha aggiunto di stare valutando anche investimenti in altri settori, ad esempio energia e telecomunicazioni, mentre ha escluso interesse per l'auto statunitense.

Autore:

Tag: Mercato , Mercedes-Benz , produzione


Top