dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 marzo 2009

Transition: l'auto che vola

Effettuato a Plattsburgh il primo decollo

Transition: l'auto che vola
Galleria fotografica - Transition: l'auto che volaGalleria fotografica - Transition: l'auto che vola
  • Transition: l\'auto che vola - anteprima 1
  • Transition: l\'auto che vola - anteprima 2
  • Transition: l\'auto che vola - anteprima 3
  • Transition: l\'auto che vola - anteprima 4
  • Transition: l\'auto che vola - anteprima 5
  • Transition: l\'auto che vola - anteprima 6

Guidare e volare con lo stesso veicolo è possibile e non bisogna essere necessariamente Micheal J.Fox in "Ritorno al Futuro" per farlo: è sufficiente avere a disposizione la Transition, l'auto volante realizzata dagli Ingegneri di Terrafugia. Non ci credete? Allora dovevate essere all'aeroporto di Plattsburgh, nei pressi di New York, in occasione del suo primo volo.

Affidato alle sapienti mani di Phil Meteer, un Colonnello USAF in congedo, la Transition ha preso quota rendendo concreta un'idea di cui si parlava da anni. Chiaramente ci vorranno ancora diversi collaudi e affinamenti tecnici prima che l'auto volante possa essere commercializzabile, ma si tratta di un passo avanti reale che potrebbe rivoluzionare la mobilità personale.

In effetti, con questo mezzo, si potrebbe tranquillamente decollare da un aereporto (per guidarlo è necessario avere la licenza di volo), atterrare in una città lontana e poi dirigersi verso la propria meta preferita attraverso le vie asfaltate. Merito della rapidità con cui consente di passare dalla configurazione aeromobile a quella di vettura stradale, solamente 30 secondi, e della flessibilità d'utilizzo garantita dall'alimentazione a benzina verde.

Progettata per avere un'autonomia di 724 km, la Transition può raggiungere nei viaggi terrestri una velocità di 185 km/h e rifornirsi negli stessi distributori utilizzati dalle automobili convenzionali. Certo, sulla strada può apparire un pò goffa, ma all'occorrenza è in grado di spiccare il volo. Ovviamente, scordatevi decolli anticode e atterraggi spettacolari nei centri cittadini: quelli rimarranno appannaggio delle pellicole cinematografiche!

Autore: Valerio Verdone

Tag: Curiosità


Top