dalla Home

Eventi

pubblicato il 18 marzo 2009

Old Time Show 2009: festa di altri tempi

Auto e moto storiche spettacolari alla Fiera di Forlì

Old Time Show 2009: festa di altri tempi
Galleria fotografica - Old Time Show 2009Galleria fotografica - Old Time Show 2009
  • Old Time Show 2009 - anteprima 1
  • Old Time Show 2009 - anteprima 2
  • Old Time Show 2009 - anteprima 3
  • Old Time Show 2009 - anteprima 4
  • Old Time Show 2009 - anteprima 5
  • Old Time Show 2009 - anteprima 6

Il fine settimana del 14 e 15 marzo la Fiera di Forlì ha ospitato, come ormai accade da 6 anni, l'Old Time Show, mostra scambio di dimensioni medio/grandi, ma di di grandissimo interesse storico e collezionistico. La mostra tematica organizzata da ASI, Crame e Il Velocifero che ogni anno è infatti la sezione centrale dell'evento è stata interamente dedicata ai "Piloti con le loro auto e le loro moto", una rievocazione che non ha pari in Italia.

Il consueto museo temporaneo ha ospitato alcune delle vetture e moto del passato che hanno fatto la storia dfel motorismo e delle corse nel nostro paese, compresi i mezzi portati al trionfo da Tazio Nuvolari, Enzo Ferrari, Achille Varzi , Carlo Abarth, Alberto Ascari, Stirling Moss, Ilario Bandini, Orlando Valdinoci, Alano Montanari, Luigi Arcangeli, Otello Buscherini e tanti altri campioni.

Fra le auto è stata massiccia la presenza delle Maserati, rappresentate degnamente dalla V5 a 16 cilindri del '34, dalla "Monofaro" del 1950, dalla fantastica 420 Eldorado della 500 Miglia di Monza '58, la 450 S di Formula 1, la 200 e la 300 SI e la bellissima A6GCS Zagato.
Assieme a queste non potevano mancare le più importanti Alfa Romeo da Corsa come la 6C 1750, alcune 6C 2500, la 159 "Alfetta" campione del mondo di Formula 1, una nuovissima 8C Competizione, tutte in compagnia delle eterne rivali Bugatti Tipo 35. Ferrari 750 Monza, 250 Testa Rossa, 250 TdF facevano da degno contraltare, assieme ad alcune artigianali di pregio tipo Bandini, Stanguellini e Minardi.

La sezione moto, oltre a innumerevoli esemplari di grande valore provenienti da varie collezioni private, era ampiamente coperta dalla fondazione Gilera che festeggiava i 100 anni del marchio, i registri storici Rudge&Python Special con una decina di modelli fra cui quelli che la Scuderia Ferrari utilizzò per vincere i campionati italiani '32 e '34 con il milanese Giordano Aldrighetti.

Il resto della mostra scambio è parsa ancora più densa di espositori e visitatori, apparentemente desiderosi di continuare a sognare con le auto storiche. Sempre più presenti sono le vetture e le motociclette degli anni '70 e '80, serbatoio di occasioni ancora abbordabili per chi non può avvicinarsi ai capolavori assoluti di cui abbiamo appena descritto sopra.

Con ogni probabilità i 600 espositori e gli oltre 20.000 visitatori dello scorso anno sono numeri abbondantemente superati da questa edizione che non sembra apparentemente risentire troppo di una crisi che colpisce invece il mercato del nuovo.

Autore:

Tag: Eventi


Top