dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 marzo 2009

GM Europe, la (propria) verità sul web

Lanciato un sito per spiegare come stanno le cose su Opel e Vauxhall

GM Europe, la (propria) verità sul web

Se ne dicono tante in giro su General Motors e su quello che farà del suo ramo produttivo europeo composto da Opel e Vauxhall, allora il gruppo americano ha deciso di aprire gmeuropefactsandfiction.com, un sito dove sapere quali sono i fatti o, almeno, quale è il punto di vista del gigante americano che per salvarsi medita di abbandonare il suo pezzo più pregiato, quello che fa i prodotti che proprio ora potrebbero farle comodo anche per i mercati del Nordamerica, ma soprattutto un'importante realtà industriale automobilistica europea come Opel/Vauxhall che coinvolge in modo diretto o indiretto 300mila persone.

Dieci "leggende metropolitane" con il relativo chiarimento da parte di GM. Eccole. Si dice che GM Europe non ha nessun piano di fattibilità? I fatti sono che GM Europe ha sottoposto un piano completo che mostra chiaramente come i marchi Opel e Vauxhall possano prosperare in Europa. Si passa poi subito a quelle più malevole come: GM ha reso Opel non profittevole di proposito per evitare di pagare le tasse in Germania o ha sfruttato i brevetti del suo ramo europeo come garanzia per avere il prestito negli USA o addirittura GM spreme i soldi dei contribuenti tedeschi per tentare di sopravvivere a tutti i costi impegnato i profitti fatti in Europa per sviluppare progetti sbagliati. GM risponde anche all'affermazione che i problemi finanziari attuali di Opel dipendano dagli sbagli del suo management americano, che i soldi in cassa siano sufficienti fino a maggio e che si stia preparando il fallimento di Opel. Si affrontano anche temi come gli aiuti di stato e le trattative che GM ha intavolato con i governi per gestire il futuro delle sue consociate europee.

Da qui si può andare su drivingconversations.gmblogs.com, il blog sul quale si può lasciare il proprio commento e interagire con Carl-Peter Forster, il direttore finanziario di GM. Checché se ne dica, la verità sarà chiara alla fine di marzo quando il Governo americano avrà dato il via al piano di GM decidendo l'entità degli aiuti e i passi da fare per sviluppare il piano di salvataggio. Allora scopriremo se il prezzo della vita di GM è la morte di qualcuno dei suoi figli.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Curiosità , General Motors


Top