dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 marzo 2009

Ford Mustang EV 1965

Un revival... elettrico!

Ford Mustang EV 1965

Nuove frontiere del restauro automobilistico: riportare un vecchio rottame al suo stato originario, ma, considerati i tempi, dargli un ruolo completamente inedito, a impatto zero. E' quanto propone Duke's Garage, un'officina specializzata in restauro del Colorado. A partire da una Ford Mustang Convertibile del 1965 piuttosto malconcia, gli artigiani della piccola factory americana hanno creato un veicolo d'epoca con motore elettrico, certo stravolgendone l'originalità e l'essenza ma rendendolo aderente al 100% alle esigenze del giorno d'oggi, in cui ogni iniziativa a salvaguardia dell'ambiente è comunque ben vista.

Nel settore dell'auto d'epoca, però, esistono due correnti di pensiero: c'è chi l'auto la desidera "conservata" e non disdegna di poter vedere i segni del tempo e della vita vissuta; e chi la preferisce "restaurata", rinata, rinnovata, aderendo in casi estremi al principio che l'auto antica debba essere ancora più perfetta di quando uscì dalla catena di montaggio tanti anni fa. Nell'uno e nell'altro caso, l'auto d'epoca pone comunque problemi non da poco nello scenario moderno: innanzitutto la completa disattenzione di qualsiasi norma sulle emissioni; secondariamente, ma non meno importante, la sicurezza.

Ecco perché oggi, almeno in Italia, ai veicoli d'annata, quelli non valutabili come rottami da trasformare in un mattoncino di lamiera per poter accedere agli incentivi statali, godono della possibilità di un uso molto morigerato (escluse alcune regioni d'Italia, come ad esempio la Lombardia) dove essi hanno la possibilità di circolare liberamente. In America, dove la seconda delle succitate filosofie di pensiero è la preponderante e dove la tematica ambientale è piuttosto sentita, il percorso è stato semplice: restauro completo e totale a beneficio (o ai danni?) di una vecchia e malridotta Mustang del '65. Quando si è trattato di arrivare al motore la scelta è stata lapidaria: via il vecchio cuore a 8 cilindri del mitico pony d'Oltreoceano in favore di una coppia di motori elettrici di elevata potenza, alimentati da un set di batterie al litio.

La nuova motorizzazione ha richiesto alcune modifiche strutturali per l'alloggiamento di tutti gli organi meccanici (tra cui nuove sospensioni anteriori). Verniciata in un originale verde Oliva, la nuova auto è verde sia dentro, sia fuori. L'autonomia di carica è compresa tra le 50 e le 60 miglia (tra 80 e 96 chilometri). Le batterie necessitano di una ricarica di 8 ore per poter riacquisire tutta la loro efficienza originaria.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità , Ford


Top