dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 marzo 2009

E' boom di ordini per la nuova Opel Insignia

A Russelsheim si faranno gli straordinari per produrla

E' boom di ordini per la nuova Opel Insignia
Galleria fotografica - Opel InsignaGalleria fotografica - Opel Insigna
  • Opel Insigna - anteprima 1
  • Opel Insigna - anteprima 2
  • Opel Insigna - anteprima 3
  • Opel Insigna - anteprima 4
  • Opel Insigna - anteprima 5
  • Opel Insigna - anteprima 6

Oltre 75.000 prenotazioni in tutt'Europa. La nuova Opel Insignia, già eletta l'Auto dell'Anno 2009, ha debuttato da poche settimane registrando un successo commerciale ben al di sopra delle previsioni della Casa tedesca e, soprattutto, in assoluta controtendenza rispetto alla congiuntura economica.

La domanda è così sostenuta che la direzione ed i sindacati dello stabilimento di Russelsheim hanno concordato di aumentare i turni di lavoro per produrla. Così, mentre in molti stabilimenti europei di altri costruttori si lavorerà di meno, da maggio la linea di assemblaggio dell'Insignia sarà attiva anche di sabato, oltre ai turni di lavoro aggiuntivi già introdotti a marzo. Il boom di ordini non contempla peraltro i contratti firmati in mercati importanti come l'Italia dove il primo porte aperte di commercializzazione si è tenuto lo scorso fine settimana.

E' inoltre notizia di ieri, a mò di ciliegina sulla torta, l'ennesimo riconoscimento assegnato allo stile di questa nuova berlina Opel. Si tratta del "punto rosso", premio internazionale di design assegnato dal 1955 sotto l'egida del Centro Design della Westfalia Renania Settentrionale di Essen che segue al "DESIGNBEST" della giuria Autobest e "Executive Car of the Year" della rivista inglese Fleet Magazine.

Autore:

Tag: Mercato , Opel , produzione


Top