dalla Home

Tuning

pubblicato il 2 marzo 2009

Edo Continental GT

Elaborazione sotto pelle

Edo Continental GT
Galleria fotografica - Edo Continental GTGalleria fotografica - Edo Continental GT
  • Edo Continental GT - anteprima 1
  • Edo Continental GT - anteprima 2
  • Edo Continental GT - anteprima 3
  • Edo Continental GT - anteprima 4
  • Edo Continental GT - anteprima 5
  • Edo Continental GT - anteprima 6

La Edo Competition è una Factory tedesca che gode di un' ottima fama per quanto riguarda l'elaborazioni di supercar. Nel lungo Curriculum del tuner troviamo auto del calibro di Lamborghini Murciélago, Ferrari Enzo e 599 GTB, Porsche Carrera GT e Maserati MC12 solo per citarne alcune. Non poteva quindi mancare l'elaborazione di una delle gran turismo più affascinanti del mercato come la Bentley Continental GT Speed, che dopo la cura dell'atelier di Ahlen è diventata una bestia inferocita.

Esteticamente la Edo GT Speed si riconosce subito per la sua particolare livrea, infatti sulla candida vernice spicca il cofano motore e il tetto di colore nero opaco che risalta la "cattiveria" e la linea filante della vettura, la quale nn è stata minimamente alterata da alettoni e spoiler di qualsiasi genere.

Le Vere potenzialità di questa auto si nascondono sotto il cofano, dove il W12 da 6 litri di cilindrata, che originariamente erogava 610 CV, è stato portato alla ragguardevole potenza di 680 CV e 880 Nm di coppia massima grazie alla sostituzione della centralina elettronica e all'adozione di un inedito sistema di scarico. il Corpo vettura è stato alleggerito grazie all'uso di materiali compositi, mentre l'assetto è stato abbassato di 30 mm e sono stati montati cerchi da 20 pollici che richiamano il colore del corpo vettura e calzano ruote "Sport Contact V-Max", pneumatici speciali sviluppati dalla Continental esclusivamente per questa Edo. Grazie alle aumentate doti telaistiche e di potenza la GT Speed è in grado di raggiungere i 340 Km/h di velocità massima e di toccare i 100 km/h in soli 3.7 secondi, oltre mezzo secondo in meno di quella di serie.

Autore: Francesco Donnici

Tag: Tuning , Bentley


Top