dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 febbraio 2009

Fiat campione di emissioni di CO2 in Europa

È l’unico Gruppo sotto i 140 g/km, ma anche gli altri hanno migliorato

  Fiat campione di emissioni di CO2 in Europa

Il gruppo Fiat ha la flotta che emette meno CO2 di tutti gli altri in Europa. Lo conferma la Jato Dynamics, leader mondiale per le informazioni e le ricerche di mercato, che ha monitorato la situazione in 21 paesi (19 UE) nel 2008 così come nel 2007. Il Gruppo Torinese guida il plotone con 138,4 g/km ed è l'unico a scendere sotto la soglia dei 140 g/km fissato in precedenza dall'ACEA (l'associazione dei costruttori europei). Seguono in ordine PSA (140,1), Renault (143,7), Toyota (146,9) e Hyundai (150,2). I dati si riferiscono alle vetture immatricolate e ricavati soppesando i dati di emissione ricavati in sede di omologazione con quelli di vendita per ogni singola motorizzazione e versione.

In generale, Jato conferma che nel 2008 le emissioni medie sono scese a 153,7 g/km contro i 161 dal 2007, un miglioramento che si può definire davvero consistente e che conferma l'impegno di tutti i Costruttori a perseguire la diminuzione delle emissioni di anidride carbonica nonostante la presenza delle normative in materia di emissione e condizioni oggettive come l'aumento delle prestazioni e dei pesi dovuti anche questi alle sempre più severe normative sulla sicurezza, ma anche perché il parco circolante è sempre più composto da vetture voluminose e i clienti chiedono sempre più comfort e ricchezza negli equipaggiamenti.

Il Gruppo che ha però compiuto i miglioramenti più vistosi è stato quello BMW che è sceso a 160,1 g/km abbattendo di ben 16 g/km le proprie emissioni di CO2. Un risultato che si può definire eccezionale, soprattutto per una Casa che, se è vero che ha bisogno più delle altre di scendere nelle emissioni, non fa mai un passo indietro sul terreno delle prestazioni e delle dotazioni. Andando di questo passo, il tetto programmato per il 2015 di 130 g/km appare addirittura facile per alcuni Costruttori, meno per altri, le svolte tecnologiche e di mercato potrebbero dare però l'accelerazione definitiva.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Mercato , Fiat


Top