dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 febbraio 2009

Gennaio da dimenticare anche per Mazda

- 62,7% la produzione globale e - 72,1% le esportazioni

Gennaio da dimenticare anche per Mazda

Il primo mese del 2009 non sarà certo ricordato in Mazda come un buon inizio anno, visto che i primi risultati relativi a produzione e vendite segnano un calo piuttosto pesante rispetto allo stesso mese del 2008. L'arrivo di questo periodo di crisi, previsto già a ottobre dello scorso anno, nonostante i buoni risultati dei primi dieci mesi del 2008 lascia perplessi soprattutto per le proporzioni della flessione: - 62,7% per la produzione globale e - 72,1% per le esportazioni.

Andando ad analizzare i dati della produzione, si evince che la diminuzione rispetto allo stesso mese del 2008 si è attestata a quota 66,2% per quanto riguarda gli impianti giapponesi e 52,2% per i numeri produttivi degli stabilimenti Mazda nel mondo. In termini assoluti questo significa che dalle linee di montaggio Mazda sono usciti globalmente 45.548 veicoli, un valore basso, ma strettamente connesso al calo della domanda.

Le vendite hanno registrato invece due risultati piuttosto distinti per quanto riguarda il mercato interno giapponese e quello del resto del mondo. I 14.953 veicoli venduti in Giappone stanno a indicare un ridimensionamento quasi fisiologico del -29,1% (con la quota di mercato che scende dal 5,6% al 5%), mentre le esportazioni segnano un brusco -72,1%. Proprio le vendite all'estero (20.207 unità) mostrano nel modo più chiaro quanto diffusa e pesante sia questa fase di recessione, dato che a un -38,8% dell'Oceania fanno da contraltare il -71,9% del Nord America, il pesante -83,9% della vecchia Europa e il -61,8% del resto del mondo.

La diminuzione delle esportazioni riguarda un po' tutte le vetture del produttore di Hiroshima, senza particolari distinzioni di modello o versione, come dimostrano il -63% di Mazda3 e il -52,4% di Mazda2.

Autore:

Tag: Mercato , Mazda , produzione


Top