dalla Home

Tecnica

pubblicato il 26 febbraio 2009

Lotus Omnivore Engine Concept

A Ginevra 2009 un nuovo monocilindrico ad alta efficienza

Lotus Omnivore Engine Concept

Lotus Engineering è la divisione di Lotus Cars che si occupa di scovare nuove soluzioni alla mobilità sostenibile e nel rispetto dell'ambiente. Al Salone di Ginevra il braccio ambientalista del brand britannico presenta un nuovo e innovativo propulsore ad elevata efficienza, ultimo risultato del programma Omnivore annunciato la scorsa estate e studiato per possibili impieghi futuri e alimentato con carburanti alternativi, oltre alla tradizionale benzina. Omnivore è un programma di ricerca iniziato da Lotus nell'ambito dello studio dei processi di combustione di un motore che utilizza miscele di carburanti a base di alcool e benzina e nei cui esiti non si può dimenticare la concept Lotus Exige 270E Tri-fuel, presentata al Salone di Ginevra del 2008. Questo programma di ricerca, secondo Lotus, è fondamentale per passare dall'utilizzo dei carburanti di oggi a quelli del futuro.

Si tratta di una unità monocilindrica a due tempi realizzata in una struttura monoblocco: è stato eliminato, infatti, il coperchio della testata portando così maggiore affidabilità e riduzione di peso. Questa configurazione è stata facilitata dalla mancanza delle classiche valvole a fungo del sistema di distribuzione. Questo propulsore, infatti, dispone di una differente tipologia di valvola di scarico che consente timing asimmetrici del flusso di scarico e, di conseguenze, fasature variabili dei momenti di apertura della valvola stessa.
Grazie, inoltre, alla presenza di un disco sulla parte superiore della camera di scoppio, questo motore funziona con diversi valori di rapporto di compressione. A seconda del carico richiesto, questo disco si muove verso l'alto o verso il basso modificando la compressione geometrica. L'alimentazione avviene mediante il sistema di iniezione Orbital FlexDI™, che produce il giusto mix di miscela aria-benzina anche in presenza di differenti tipologie di carburante utilizzato.

Mike Kimberley, Amministratore Delegato di Group Lotus ha espresso soddisfazione per questo risultato affermando che in tutto il settore automotive le aziende stanno facendo del loro meglio per fare fronte ai loro obblighi ambientali per migliorare l'efficienza dei motori riducendo consumi ed emissioni. Lotus si impone come leader industriale attraverso l'analisi degli aspetti legati all'utilizzo dei carburanti del futuro. Secondo Kimberley, i carburanti a base di alcool hanno un grande potenziale nell'ambito della riduzione dell'anidride carbonica fino a zero e, di conseguenza, dovranno diventare di uso comune nell'ambito dei trasporti terrestri.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tecnica , Lotus


Top