dalla Home

Mercato

pubblicato il 24 febbraio 2009

Anche in Giappone è allarme vendite di auto

Stime la ribasso per il 2009. I concessionari chiedono incentivi fiscali per l'acquisto

Anche in Giappone è allarme vendite di auto

Meno di 3 milioni di unità. A così poco potrebbe ammontare il numero di auto vendute in Giappone nel 2009. Una previsione allarmante se si considera che nel 2008 il mercato è crollato ai livelli più bassi degli ultimi 34 anni con 3.212.342 milioni di vetture vendute. A dirlo è stato Yoichi Amano, presidente dell'associazione nipponica dei concessionari di auto (Jada), secondo cui i già devastanti effetti della crisi sui volumi del 2008 potrebbero ulteriormente aggravarsi nel corso del 2009.

In una conferenza stampa a Tokyo, Amano ha perciò rivolto un appello al governo centrale e alle autorità locali affinchè vengano varate al più presto "misure per incentivare il settore", anche con "incentivi fiscali per l'acquisto di vetture eco-compatibili".

A pesare sulle sue parole ci sono i dati relativi al primo mese del 2009. A gennaio le vendite sono precipitate del 27,9%, a 174.281 vetture. Considerando l'andamento del 2008 è il sesto mese consecutivo che l'indice è negativo. Una tendenza preoccupante che tuttavia è in linea con quanto sta accadendo anche negli Stati Uniti e in Europa.

Autore:

Tag: Mercato , dall'estero


Top