dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 febbraio 2009

Mercato USA: meno accessori, minori costi

Snellire la gamma aumenta l'efficienza

Mercato USA: meno accessori, minori costi

I marchi automobilistici statunitensi stanno lavorando alacremente per razionalizzare la produzione cercando di ridurre i costi e massimizzare i guadagni con una politica più accorta. Le vendite, infatti, sono al livello più basso da 26 anni a questa parte, un andamento insostenibile che, come è noto, sta causando licenziamenti, cassa integrazione, stop alla produzione e ricorso diffuso agli aiuti governativi. Tra le ultime strategie messe in atto, la più recente riguarda una netta riduzione degli optional disponibili sulle autovetture.

Limitare le possibilità di scelta, infatti, porta ad avere meno versioni nella gamma di ciascun modello e ad ottenere un conseguente assottigliamento del catalogo accessori che, in alcuni casi, è davvero gigantesco. Ciò produce un risparmio dei costi di Marketing, di design e di ingegnerizzazione. Inoltre, bisogna tenere presente che l'istallazione di accessori after market risulta una pratica molto più costosa rispetto all'acquisto di una versione dotata di un buon equipaggiamento

La tendenza a ridurre il numero di accessori presenti sulle diverse vetture dello stesso modello è stata recepita in pieno dalla Ford come dimostra la strategia commerciale intrapresa per la Fusion. Nel 2008, il cliente aveva la possibilità di scegliere tra oltre 2.600 diverse combinazioni d'equipaggiamento, mentre per il Model Year 2010, atteso negli showroom per l'estate, questo incredibile numero è destinato a scendere a un livello decisamente più ragionevole: solo 104 le differenti opzioni a catalogo.

L'atteggiamento del Marchio dell'Ovale Blu ricalca quello di due case concorrenti come Toyota ed Honda che, rispettivamente, con la Camry e con la Accord, hanno ottenuto il maggior numero di vendite sul mercato americano nel 2008. Per l'acquisto di una Accord, il cliente ha a disposizione appena quattro versioni, ognuna equipaggiata con un ricco numero di accessori. Lo stesso dicasi per la Honda CRV: appena tre allestimenti, LX, EX e EX-L e in quest'ultimo l'unica scelta possibile è limitata al navigatore satellitare.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Mercato , Ford


Top