dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 16 febbraio 2009

Rinspeed iChange Concept

Energia alternativa e abitacolo modulare per l'ultima "visione" di Mr. Rinderknecht

Rinspeed iChange Concept
Galleria fotografica - Rinspeed iChangeGalleria fotografica - Rinspeed iChange
  • Rinspeed iChange - anteprima 1
  • Rinspeed iChange - anteprima 2
  • Rinspeed iChange - anteprima 3
  • Rinspeed iChange - anteprima 4
  • Rinspeed iChange - anteprima 5
  • Rinspeed iChange - anteprima 6

Rinspeed è il marchio creato dallo svizzero Frank M. Rinderknecht, che si definisce "Automobile Visionary": le sue vetture sono infatti concept cars presenti nei saloni internazionali - e in special modo in quello di Ginevra - che propongono soluzioni sperimentali, innovative e talora "provocatorie", senza però tradursi quasi mai in modelli di serie. La concept car per Ginevra 2009 si chiama "ichange", un'auto dalla linea sportiva e aerodinamica con diverse caratteristiche innovative, tra cui un particolare sistema di alimentazione denominato "Adaptive Energy" e un corpo vettura modificabile per ottenere un abitacolo da uno a tre posti.

ABITACOLO TRASFORMABILE
Come suggerisce il nome, la "iChange" si caratterizza innanzi tutto per una notevole versatilità dell'abitacolo, soprattutto considerando la tipologia di vettura, una supercar bassa e dalle linee filanti, lunga 4.280 mm, larga 1.800 mm e alta appena 1.035 mm. Grazie al particolare design, che prevede l'isolamento della "cupola" centrale rispetto al resto della carrozzeria, la concept può essere una sportivissima monoposto, o trasformarsi in un'auto a tre posti, con due sedute collocate posteriormente, ai due lati di quella del guidatore. Il sistema è in realtà piuttosto semplice: l'intera copertura centrale, imperniata anteriormente, è in grado non solo di sollevarsi premendo un pulsante, garantendo un comodo accesso all'interno, ma anche di bloccarsi in una posizione di chiusura più alta nella parte posteriore, per ottenere così un abitacolo più grande.

EMISSIONI ZERO E MASSIMO RISPARMIO ENERGETICO
Le possibilità di cambiamento dell'abitacolo si riflettono anche sul sistema di propulsione, non meno innovativo. La concept iChange è infatti una vettura leggera e aerodinamica ad emissioni zero, ma soprattutto è in grado di ottimizzare la propria richiesta di energia curando aspetti importanti quali il peso, il tipo di motorizzazione, le proprietà aerodinamiche. Grazie alla collaborazione con Esoro, che tradizionalmente cura i sistemi ingegneristici nelle concept Rinspeed, è stata quindi realizzata un'auto che pesa (a vuoto) appena 1.050 kg, impiegando in particolare compositi leggeri e resistenti, prodotti con una tecnica innovativa anche dal punto di vista della riduzione dei costi di impianto.
La iChange è poi dotata di motore elettrico (con trazione posteriore) che utilizza batterie agli ioni di litio configurabili in due modi differenti, per viaggi brevi o per lunghi tragitti: l'attuale concept, con tre gruppi di batterie, propone la prima soluzione, più leggera e con tempi di ricarica brevi (circa 3 ore), ma con autonomia ridotta a circa 90 km. La configurazione e l'integrazione tra motore/generatore, elettronica e batterie è stata curata dal centro di ricerche tecnologiche Siemens. La potenza massima ottenibile è di 204 CV a 4.500 giri/min., mentre la coppia massima è di 370 Nm, praticamente costanti da 0 a 3.000 giri/min: ciò consente di raggiungere prestazioni di rilievo, come i 220 km/h di velocità massima, o lo 0 a 100 km/h in 4,2 secondi, grazie anche all'impiego di un cambio a 6 marce derivato da quello della Subaru Impreza WRX.
Altra caratteristica della iChange è la possibilità di variare l'aerodinamica, mediante la "cupola" centrale sollevabile, e ottimizzarla a seconda delle situazioni: quando a bordo c'è una sola persona, la cupola si abbassa e le proprietà aerodinamiche sono ottimali; peggiorano un poco a cupola parzialmente sollevata, ma solo per il tempo in cui c'è la necessità di ospitare i passeggeri. I cerchi in lega leggera da AEZ da 17" e 18" hanno copertura aerodinamica, mentre gli pneumatici Pirelli P Zero (215/40-17 davanti, 245/40-18 dietro) garantiscono opportuna aderenza e scorrevolezza.

ALTRE CARATTERISTICHE "ADATTIVE"
La concept stupisce anche per altri dettagli. La chiave di avviamento è sostituita da un Apple iPhone, in grado di controllare altre importanti funzioni della vettura. L'impianto di infotainment, realizzato da Harman-Kardon, è di ultimissima generazione, non solo dal punto di vista delle prestazioni multimediali, ma anche per il controllo ottimizzato del consumo energetico; perfino il sistema di navigazione è in grado di calcolare il tragitto che permette il maggior risparmio energetico possibile, visualizzandolo in una mappa 3D realistica. Il riscaldamento dell'abitacolo, realizzato dalla tedesca Eberspächer, prevede l'unione di un sistema elettrico con uno a combustibile, che agisce nel modo più opportuno sempre per migliorare il rendimento generale; il tetto, poi, è dotato di pannelli solari in alto e lateralmente, per l'azionamento dell'aria condizionata, contribuendo in più alla ricarica delle batterie. Anche gli interni sono al tempo stesso di fattura artigianale, e in grado di rispettare la più recenti norme in termini di impatto ambientale e risparmio energetico, dalla produzione allo smaltimento: ne sono un esempio gli inediti rivestimenti in pura lana, belli da vedere e morbidi al tatto. Tutte queste soluzioni ricevono supporto anche dal Ministero per l'Energia della Svizzera, proprio perché la iChange si configura come un complesso "laboratorio di ricerca e sviluppo".

LE SPORTIVE DLE FUTURO?
Frank M. Rinderknecht dichiara: "La iChange è un simbolo dei sostanziali mutamenti a cui sta andando incontro l'industria automobilistica mondiale. Ed è chiaro che sopravviveranno solo quelle aziende in grado di fornire risposte innovative alle richieste della nuova "era" automobilistica". L'impiego dell'energia elettrica, e soprattutto la sua "gestione intelligente", sono ad esempio alcune delle caratteristiche della concept svizzera che potrebbero trovare impiego nelle auto del futuro. E chissà che la iChange, proprio per questo mutato clima, da auto "visionaria" non possa finalmente trasformarsi in un'auto di produzione, anche se in piccola serie...

Rinspeed iChange Concept

Energia alternativa e abitacolo modulare per l'ultima "visione" di Mr. Rinderknecht

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Rinspeed


Top