dalla Home

Mercato

pubblicato il 13 febbraio 2009

Mercato auto a gennaio: -27% in Europa

Crollano le immatricolazioni e cambiano le forze in campo. Fiat adesso è quarta

Mercato auto a gennaio: -27% in Europa

Un gennaio così negativo per le immatricolazioni in Europa non si vedeva da vent'anni. Le auto consegnate sono state 958.500, ovvero il 27% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Un risultato molto sconfortante al quale, secondo l'Acea, hanno contribuito tutti i mercati. Gennaio però è stato anche il mese dei cambiamenti e della ridistribuzione delle quote di mercato. Il Gruppo Fiat, grazie alle quasi 79mila autovetture immatricolate, ha ottenuto una quota dell'8,8%, piazzandosi al quarto posto nella classifica dei principali Costruttori europei.

Nell'Europa Occidentale sono state consegnate complessivamente 891.505 auto (-26,5%). Il maggior calo si è verificato in Islanda, dove le consegne sono crollate addirittura dell'88,1% e in Irlanda, che ha segnato un -66,5%. Ad eccezione della Francia, infatti, tutti i mercati europei hanno segnato una retrocessione a doppia cifra. Guardando ai maggiori mercati, la Germania ha chiuso il mese con il risultato migliore dopo quello francese (-14,2%), mentre la Grand Bretagna ha perso il 30,9%, l'Italia il 32,7% e la Spagna il 41,6%. Anche nell'Europa dei nuovi Stati membri la contrazione è stata significativa: -34%. Fatta eccezione per la Polonia, che ha dimostrato una certa stabilità perdendo appena il 5,3%, tutti i mercati sono crollati, anche quelli più importanti, come la Romania (-53,2%), l'Ungheria (-52,3%) e la Repubblica Ceca (-12,3%).

Uno degli aspetti più significativi del primo mese dell'anno riguarda però le quote di mercato dei Costruttori. Il Gruppo Fiat, che aveva archiviato il 2008 classificandosi al sesto posto tra i principali Gruppi in Europa, è balzato al quarto scalzando dal podio General Motors (Opel, Chevrolet, Saab e GM USA), che è sceso a quota 8,3%. Le auto complessivamente vendute dal Lingotto sono state 78.628 (-27%), di cui 62.465 del marchio Fiat (-29,1%), 7.824 Lancia (-28,7%), 7.826 Alfa Romeo (-2,5%) e 513 tra Ferrari e Maserati (-28,7%).

Primo nella classifica europea si è confermato il Gruppo Volkswagen (Volkswagen, Audi, Seat e Skoda) con una quota di mercato del 20,6% e 184.083 auto vendute (-18,8%), seguito da PSA Peugeot-Citroen (13,7% di quota di mercato e 122.214 unità vendute, in calo del 24,8% al 2008) e il Gruppo Ford (Ford e Volvo), che ha raggiunto quota 11% con 97.927 auto consegnate (-21,4%). Al sesto posto è retrocesso il Gruppo Renault (Renault e Dacia) con il 7,4% e 65.846 unità immatricolate (-31,7%) e il Gruppo BMW (BMW e MINI), che aveva chiuso il 2008 con una quota del 6,4% piazzandosi al settimo posto, è ora bruscamente scivolato al nono con 4,9 punti percentuali e 43.307 unità vendute (-32,3%). In settima posizione è salito, infatti, il Gruppo Daimler (Mercedes e smart) con una quota del 5,3% e 47.501 unità distribuite (-30,2%) a parimerito con il Gruppo Toyota (Toyota e Lexus), che ha venduto in Europa 47.360 vetture (-29,3%).

Autore:

Tag: Mercato , Fiat , immatricolazioni


Top