dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 febbraio 2009

Utile in calo: Renault ripensa agli obiettivi del 2009

Priorità all'auto elettrica e ai motori meno inquinanti

Utile in calo: Renault ripensa agli obiettivi del 2009

Renault ha chiuso il 2008 con un utile netto in forte calo rispetto al 2007, pari a 571 milioni di euro contro i 2,6 miliardi dell'anno precedente. Il Gruppo francese, che ha accusato un calo delle vendite pari al 4,1%, ha realizzato un utile operativo di 212 milioni contro l'1,3 miliardi del 2007 per un fatturato sceso del 7% a 37,7 miliardi. Numeri negativi che derivano da un anno molto particolare per l'economia internazionale. Le performance di Renault, infatti, nel primo semestre erano in linea con gli obiettivi annuali, ma la crisi finanziaria che in autunno si è propagata in tutto il mondo ha annullato i risultati dei primi tre trimestri. Gli obiettivi per il 2009 sono quindi stati ridimensionati e riassunti in tre punti: affrontare la crisi, puntare ad un free cash flow positivo e prepararsi al post-crisi.

Per realizzare tutto questo Renault, che può contare sul prestito di 3 miliardi di euro annunciato dal governo francese, ha reso note le sue priorità. Gli investimenti saranno concentrati nei programmi di ricerca e sviluppo sui progetti strategici, tra cui il veicolo elettrico e le performance ecologiche dei motori. Per questo verranno rafforzate le strategie operative già avviate con Nissan e, almeno per il momento, non verranno strette nuove alleanze con altri Costruttori (leggi PSA Peugeot-Citroen), come ha detto il presidente Carlos Ghosn. Il 2009 sarà anche l'anno in cui il Gruppo Renault proseguirà nella riduzione degli stock già avviata nel 2008, quando la produzione è diminuita due volte più velocemente delle vendite nel quarto trimestre. Altri tagli riguarderanno gli investimenti legati ai progetti di veicoli da lanciare in India e in Marocco, che verranno rispettivamente "congelati" e "ritardati". Nessuna novità, invece, nel piano di riduzione dei dipendenti che continua a prevedere i già annunciati 6.000 licenziamenti su base volontaria.

Renault rinnoverà la sua gamma nel 2009 con il lancio di otto nuovi prodotti, tra cui la nuova Renault Scenic, la Megane Sport e la Clio restyling. "L'automobile resta un prodotto insostituibile", ha ricordato Carlos Ghosn. "L'industria automobilistica conserva tutto il suo potenziale e dovrà uscire da questa crisi soprattutto con prodotti più rispettosi dell'ambiente e più adatti al nuovo contesto economico", ha aggiunto, sottolineando come "la crisi che attraversiamo è profonda e trasformerà completamente il panorama delle quattro ruote".

Autore:

Tag: Mercato , Renault , produzione


Top