dalla Home

Mercato

pubblicato il 10 febbraio 2009

Bilancio Ferrari: nel 2008 è ancora record

Redditività al 17,6% e +15,2% di fatturato

Bilancio Ferrari: nel 2008 è ancora record

Un cavallino rampante come non mai. Ferrari non poteva archiviare meglio di così il 2008 ufficializzando i numeri di un'anno che, in barba alla crisi mondiale, entrerà negli annali della Casa di Maranello. La crescita record interessa il fatturato (+15,2% rispetto al 2007), il risultato delle gestione ordinaria positivo per 339 milioni di euro (+27%) e ancora il livello di redditività che sale al 17,6% contro il 15,9% del 2007. Numeri che Montezemolo ha definito "la miglior prova della bontà della nostra strategia fatta di esclusività, innovazione e attenzione alle persone".

Le vendite di Ferrari stradali, nel loro complesso, sono andate bene con un incremento del 2% rispetto al 2007 per un totale di 6.587 unità consegnate. Il modello di maggior successo è stato la 430 Scuderia mentre le 12 cilindri, ovvero la 612 Scaglietti e la 599 GTB Fiorano, hanno beneficiato del lancio del programma di personalizzazione One to One. Non ha contribuito a questi risultati la Ferrari California i cui primi esemplari - lo ricordiamo - saranno consegnati solo nei prossimi giorni.
Il Nord America si è confermato il primo mercato per la Casa del Cavallino Rampante, con 1.700 vetture consegnate. Tale risultato è in linea con le vendite del 2007, ma risulta significativo se si considera che la crisi economica è partita negli Stati Uniti. Stesso discorso vale per il Vecchio Continente, dove l'andamento complessivo si è confermato sui livelli del 2007. La crescita della Ferrari è legata piuttosto ai mercati emergenti dell'Europa dell'Est (+23%), del Medio Oriente e Sud Africa, (+12%) e la Cina che ha superato lo storico traguardo di 212 unità immatricolate (+20%). Bene anche la regione Asia-Pacifico dove sono state consegnate 1.089 rosse e il primo mercato si è confermato il Giappone, con 433 vetture (+15%).

Automobili a parte, bisogna sottolineare come la crescita della Ferrari sia legata alle attività di licensing, che hanno segnato un +35% di fatturato rispetto al 2007. Molto positivi sono stati anche i risultati dei 25 Ferrari Store nel mondo, che complessivamente hanno realizzato un +16%, e delle attività legate a internet e al sito ferrari.com: l'e-commerce nel 2008 è cresciuto di oltre il 65%, mentre gli eventi speciali come il lancio della Ferrari California e la presentazione della nuova monoposto di Formula 1 hanno fatto registrare milioni di contatti da tutto il mondo.

Il 18% del fatturato è stato destinato ad investimenti in tema di sicurezza sul lavoro (oltre 4 milioni di euro sono spesi in interventi strutturali e in formazione specifica) e di qualità del lavoro, con un crescente numero di servizi offerti ai dipendenti (ad esempio mutui agevolati fino al 100% per prima o seconda casa e ristrutturazioni). Degno di nota è inoltre il piano energetico di autoproduzione che, attraverso un impianto fotovoltaico appena inaugurato e uno di trigenerazione che verrà completato nei prossimi mesi, permetterà agli stabilimenti Ferrari permetterà di raggiungere l'indipendenza energetica entro un anno.

Inutile dire che i record macinati fino ad oggi non permettono di dormire sonni tranquilli nell'anno nuovo. "Il contesto economico del 2009 si presenta pieno di incertezze - ha ricordato Montezemolo - con una contrazione economica che sta colpendo tutto il mondo e per la quale è difficile prevedere l'evoluzione". Di fronte a questo scenario "Ferrari dovrà quindi porre ancora più attenzione a ogni singolo dettaglio continuando ad innovare, mantenendo l'esclusività dei prodotti in relazione alle richieste del mercato".

Autore:

Tag: Mercato , Ferrari


Top