dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 10 febbraio 2009

MINI John Cooper Works Cabrio

Il divertimento esce allo scoperto

MINI John Cooper Works Cabrio
Galleria fotografica - MINI John Cooper Works CabrioGalleria fotografica - MINI John Cooper Works Cabrio
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 1
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 2
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 3
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 4
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 5
  • MINI John Cooper Works Cabrio - anteprima 6

Debutta al Salone di Ginevra la sorella cattiva della Nuova MINI Cabrio che sfoggia su una carrozzeria dal sapore racing gli affascinanti stilemi John Cooper Works. Con le strisce sul cofano, il doppio scarico posteriore e i cerchi il lega da 17 pollici che riempiono a dovere le carreggiate, questa scoperta inglese mostra i muscoli in ogni angolo della carrozzeria.

L'abitacolo si presenta con la consueta impostazione MINI, ma può essere dotato di strumenti supplementari, come l'indicatore dell'accelerazione trasversale, che enfatizzano oltremodo la il carattere sportivo. Tra tutti i comandi uno in particolare esalta lo spirito dinamico della MINI John Cooper Works Cabrio, ovvero il pulsante Sport, presente nella consolle centrale, vicino alla leva del cambio, che rende lo sterzo ancora più diretto e garantisce risposte più rapide quando si preme il pedale del gas.

Le emozioni alla guida nascono da un cuore a 4 cilindri decisamente generoso: un propulsore di 1,6 litri con turbocompressore Twin-Scroll ed iniezione diretta di benzina che eroga 155 kW/211 CV e sviluppa una coppia massima di 260 Nm già tra i 1.850 e i 5.600 giri/min, (con l'overboost raggiunge i 280 Nm). Questo motore, derivato da quello della MINI John Cooper Works CHALLENGE che ha debuttato per la prima volta in occasione del MINI CHALLENGE 2008, permette alla MINI John Cooper Works Cabrio di raggiungere i 100 km/h in 6,9 secondi e di toccare una punta velocistica di 235 km/h.

Nella gestione della cavalleria, i guidatori della John Cooper Cabrio sono supportati dall'immancabile DSC (controllo dinamico della stabilità) e dal DTC (controllo dinamico della trazione); in frenata c'è ovviamente l'ABS dotato di EBD e il CBC (ripartitore della forza frenante in curva). Ovviamente si può decidere il grado di assistenza elettronica da utilizzare fino all'esclusione di tutti i controlli per un'eventuale esperienza di guida in pista.

Ricordiamo che per chiudere o aprire il tetto della MINI John Cooper Works Cabrio, come per le sorelle "borghesi", bastano 15 secondi e l'operazione si può compiere anche in movimento fino ad una velocità di 30 km/h.

Il debutto sul mercato è previsto per il mese di marzo ad un prezzo che supererà di slancio i 30 mila euro.

Scheda Versione

Mini MINI John Cooper Works Cabrio
Nome
MINI John Cooper Works Cabrio
Anno
2009 (restyling del 2010) - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
Cabriolet
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Valerio Verdone

Tag: Anticipazioni , Mini , ginevra


Top